• Google+
  • Commenta
29 Novembre 2019

Bright: trama, recensione, cast e trailer del film con Will Smith

Locandina Bright
Locandina Bright

Locandina Bright

Ecco di cosa parla il film Bright, diretto da David Ayer con Will Smith e Joel Edgerton: trama, recensione, analisi e scheda tecnica, cast e trailer.

La trama fantasy di Bright si basa su due agenti dell’LAPD calati in un mondo di elfi ed orchi.

La coppia di poliziotti, interpretata da Will Smith (“Collateral Beauty“) e Joel Edgerton, si fa strada tra mille ostacoli di carattere magico a sfondo razziale, per ripristinare l’equilibrio del proprio paese. Il racconto fantascientifico del regista americano (autore di capolavori come “Fury“) si caratterizza per una storia che mischia realtà e finzione. L’efficacia del suo prodotto è alimentata in modo determinante dalla performance esplosiva dei due attori protagonisti.

La tematica del razzismo, sebbene influenzata dal contesto sci-fi, emerge con chiarezza caratterizzando l’intera linea narrativa.

A favorire, inoltre, la riuscita dell’opera filmica, è anche la complicità sul set tra i membri del cast, con Smith ed Ayer mattatori assoluti. I due, infatti, avendo collaborato già in occasioni precedenti (come nell caso di “Suicide Squad”), risultano essere in sintonia perfetta nello sviluppo della pellicola.

Di cosa parla Bright: trama, recensione e analisi del film con Will Smith e Joel Edgerton

Bright si presenta come un prodotto filmico fantascientifico in cui la realtà di Los Angeles è completamente invasa da una multietnicità fatta di elfi, orchi e maghi. Attraverso questo contesto narrativo, Ayer analizza, sebbene in modo originale, una questione d’attualità delicata come quella del razzismo.

I due protagonisti della storia fantasy sono gli agenti Deryl Ward e Nick Jakoby (Smith ed Edgerton). Il primo viene richiamato in servizio ed affiancato al secondo, per affrontare un caso estremamente importante. Il loro compito è quello di ripristinare l’equilibrio tra le razze che popolano gli Stati Uniti. Qui gli elfi rivestono un ruolo di primaria importanza, mentre gli orchi rappresentano l’ultimo anello gerarchico della società. Nel mezzo vi sono Ward e Jakoby, entrambi con un passato difficile alle spalle. Quando a Ward viene proposto di tradire Nick per mantenere il posto e far licenziare il collega, questi accetta.

All’oscuro della situazione, Jakoby continua a risolvere i casi di disordine, uno dei quali lo conduce ad un’elfa di nome Tikka, superstite di un massacro. Quest ultima, in possesso di una bacchetta magica ritenuta arma del delitto, accompagnerà i due agenti nella risoluzione del pluriomicidio. Proseguendo nelle indagini, dopo diverse peripezie, i tre protagonisti s’imbattono in Poison, il capo di una gang interessato all’arma dai poteri soprannaturali. A questo punto però entra in gioco quella che si scopre essere la sorella di Tikka, ovvero Leilah. L’elfa oscura, anch’ella bramosa della bacchetta magica, uccide la banda di Poison e sparisce solo per ripresentarsi in un secondo momento.

Il finale della storia fantasy di David Ayer con Will Smith

Scampato il pericolo, Deryl, Nick e Tikka continuano a fare fronte comune per individuare l’omicida del loro caso. Dopo essersi salvati da Poison, i tre questa volta incappano in un nuovo nemico: un gruppo di orchi Fogteeth. Usciti vittoriosi dalla battaglia, i due agenti decidono di portare Tikka in un luogo di purificazione magica che ne ripristinasse i poteri.

Giunti sul posto, riecco però apparire Leilah, intenzionata a riappropriarsi della bacchetta magica perduta. Qui vi è il colpo di scena da cui prende nome il film: Deryl durante il combattimento con l’elfa oscura scopre di essere un Bright. Il poliziotto, così, con i suoi nuovi poteri magici riesce ad avere la meglio sulla sorella di Tikka, la quale però resta coinvolta nell’incendio divampato in seguito allo scontro. L’epilogo del film vede Nick e Deryl, premiati con tanto di medaglia al merito, scorgere tra la folla acclamante la giovane elfa in realtà sopravvissuta all’incendio.

Il tema razziale, facente da sfondo al racconto fantasy/action di Ayer, restituisce allo spettatore una chiave di lettura inedita per un film di tale genere. Il mix di elementi di carattere sociale e fantascientifico, si presta ad una specifica funzione sociale. Trovare un equilibrio tra le diversità etniche, esaltandone i pregi e non i difetti, è ciò che traspare dalla pellicola del regista statunitense come rimedio per la discriminazione.

Scheda tecnica del film Bright e trailer ufficiale HD Netflix

Scheda tecnica
Due agenti dell'LAPD affrontano un caso di pluriomicidio di stampo soprannaturale in una Los Angeles invasa da elfi, orchi e poteri magici. A fare da sfondo l'odio razziale tra le diverse etnie che popolano il paese. I due protagonisti della storia fantasy sono gli agenti Deryl Ward e Nick Jakoby (Smith ed Edgerton)
TitoloBright
Durata117'
Generefantasy/azione
CastWill Smith, Joel Edgerton, Lucy Fry
RegiaDavid Ayer
Anno di prod.2017
Google+
© Riproduzione Riservata