Iscrizioni scuola 2020-21: date, scadenze e istruzioni APP

Daniela Saraco 26 Novembre 2019

Ecco come funzionano le iscrizioni scuola 2020-21: date di quando iscriversi, modalità e termini di iscrizione al prossimo anno scolastico.

Come si iscrivono i figli a scuola e quale sistema è valido per l’anno scolastico 2020-2021? Quali sono le date e le scadenze per l’iscrizione scolastica?

Ecco tutte le istruzioni necessarie per le  iscrizioni scuola OnLine 2020-2021: quali sono le date di inizio iscrizione e scadenza entro la quale procedere, indicazioni su App in chiaro e su come fare seguendo la guida del MIUR OnLine.

Quest’anno le iscrizioni scuola 2020-2021 si possono fare online dalle ore 8 del 7 gennaio alle ore 20 del 31 gennaio. Alle famiglie è concesso di accedere al portale MIUR dedicato all’ iscrizione scuola  2020-21 a partire dalle ore 9 del 27 dicembre. Ma in cosa consiste questa App in chiaro? E come funziona? Scopriamolo subito.

Per offrire un servizio utile alle famiglie per le iscrizioni scuola 2020-2021, così come per lo scorso anno scolastico, è messa a disposizione l’APP Scuola in Chiaro. Questa applicazione, a partire da un QR Code associato ad ogni singola Istituzione, permette non solo di accedere con i propri dispositivi mobili alle informazioni principali sulla scuola, ma anche di visualizzare alcuni dati presenti a sistema raffrontandoli con quelli di altre scuole del territorio.

Ma cosa è un QR Code? E’un codice a barre  composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema bianco di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite uno smartphone.

L’applicazione oltre a fornire i dati relativi ai risultati scolastici, ai risultati a distanza, alle risorse professionali assegnate, alle strutture scolastiche, mette a disposizione molte informazioni . Infatti, informa gli utenti circa le attrezzature e infrastrutture multimediali, la progettualità delle scuole, le date degli open day . Si precisa che per l’utilizzo dell’applicazione Scuola in Chiaro in un’app è necessario l’utente deve essere fornito di una applicazione per leggere i QR Code .

Date iscrizioni scuola 2020-21 superiori, elementare e infanzia > SCARICA MODULO

Le domande di iscrizione on line devono essere presentate dalle ore 8:00 del 7 gennaio 2020 alle ore 20:00 del 31 gennaio 2020. Dalle ore 9:00 del 27 dicembre 2019 è possibile avviare la fase della registrazione online sul sito web. I genitori o i tutori accedono al servizio “Iscrizioni on line”, disponibile sul portale del MIUR utilizzando le credenziali fomite tramite la registrazione.

E’ bene essere in possesso dei dati essenziali relative allo studente per il quale è richiesta l’iscrizione. Occorrono, difatti, codice fiscale, nome e cognome, data di nascita e indirizzo di residenza. Le istituzioni scolastiche destinatarie delle domande offrono un servizio di supporto alle famiglie prive di strumentazione informatica, mettendo a disposizione dei giorni di ricevimento genitori da concordare con ogni istituzione scolastica.  Il servizio “Iscrizioni on line” permette di presentare una sola domanda di iscrizione per ciascun alunno/studente consentendo, però, ai genitori di indicare anche una seconda o terza scuola cui indirizzare la domanda nel caso in cui l’istituzione di prima scelta non abbia posti disponibili.

Per la scuola dell’infanzia, la modalità di iscrizione è ancora cartacea previo modulo da compilare. Consultalo in allegato.

Come iscrivere il figlio a scuola: app iscrizione scolastica istruzioni

Il Miur ha comunicato l’ideazione dell’applicazione “Scuola in Chiaro in un’app”, finalizzata a:

  • supportare ed integrare le iniziative di orientamento delle scuole;
  • supportare le famiglie nella  fase delle iscrizioni.

Cerchiamo di capire cosa è questo sistema e a cosa serve.

Come si usa? L’utilizzo dell’applicazione è legato ad un QR Code, associato ad ogni istituzione scolastica sede di Istituto principale. E’, pertanto, indispensabile avere sul proprio dispositivo un’app per leggere i QR Code.

Cosa si conosce attraverso questa APP? Con la nuova applicazione è possibile accedere alle informazioni principali sulla scuola e confrontare alcuni dati già presenti nel sistema informativo con quelli di altre scuole del territorio. Nella  prima fase, infatti, l’applicazione fa visualizzare i dati relativi ai risultati scolastici , alle caratteristiche del personale docente e alle strutture scolastiche.

Quando è possibile utilizzare la App? Il QR Code dinamico, associato alla singola scuola, è attivo a partire dal 30 novembre.

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto