• Google+
  • Commenta
2 Dicembre 2019

Megan Fox difende i figli vittime di bullismo vestiti da bambina

Megan Fox difende i figli
Megan Fox difende i figli

Megan Fox difende i figli

L’attrice Megan Fox difende pubblicamente i due figli maschi vittime di bullismo perchè vestiti da principessa e per i loro abiti da bambina.

Il concetto di gender fluid, soprattutto quando si parla di bambini è estremamente difficile e delicato da spiegare e comprendere. Non si tratta di essere uomo o donna, etero oppure omosessuale. Ci si sente semplicemente a volte maschio, altre volte femmina. E’ la fluidità del genere, che nel tempo cambia e si modella. Sono tantissime le star, unicamente americane, che hanno tranquillamente ammesso di avere dei figli che “vivono” la loro identità in questo modo, oppure più chiaramente trasgender.

A colpire l’opinione pubblica non è tanto l’atteggiamento e le tendenze di questi bambini, che in molti casi sono davvero tanto piccoli.

A spiazzare è la totale condivisione, appoggio e apertura da parte dei genitori, che orgogliosamente portano avanti le volontà dei figli diffondendo tali messaggi e sensibilizzando il più possibile i propri fan all’argomento. C’è da fare i conti però, purtroppo, anche con chi non accetta e beffeggia tali scelte. L’ultimo caso, è quello della bellissima attrice Megan Fox e i figli maschi. Ecco cosa è successo e da cosa ha dovuto difendere i suoi piccoli.

Megan Fox difende i figli vestiti da principessa, vittime di bullismo per i loro abiti femminili

Ecco con che parole Megan Fox ha difeso i figli maschi vittime di bullismo per i loro abiti da bambina. Sposata con Brian Austin Green, il David di Beverly Hills 90210 che lei non sapeva neanche cosa fosse, insieme hanno tre figli. Noah, 6 anni, Bodhi, 5, e Journey, quasi 3, nato dopo che i due avevano chiesto il divorzio. Ora sono più uniti che mai, e insieme hanno difeso a spada tratta le scelte stilistiche dei figli e il loro modo di apparire, soprattutto a scuola.

La mamma di Noah e Body si è aperta in un’intervista, parlando di quanto sia difficile tutelare i bambini soprattutto a scuola con gli altri compagni e durante le uscite pubbliche in balia dei paparazzi. “Voglio che i miei figli siano liberi di vestirsi come vogliono, non fregandosi dei giudizi di chi dice loro che sono ridicoli e non possono indossare abiti da bambina”. Già due anni fa, i paparazzi immortalarono i piccoli con abiti da principessa e la 33enne in giro per Los Angeles.

“Le frasi ricorrenti a scuola sono: «i maschi non si vestono così», oppure «il rosa è solo per le femmine!»”. L’attrice ha poi confermato che in casa sua sono aboliti smartphone e schermi di qualsiasi tipo, ma sugli abiti non si discute. Ciò che conta per lei è che i bambini si sentano bene nella loro spiritualità. “E’ come se avessi già conosciuto le anime dei miei figli e ci avessi vissuto insieme in una vita passata”.

Il marito della Fox: “Indossare quei vestiti non fà male a nessuno”

Insieme alla Fox a difendere i figli anche il papà Brian Austin Green. L’attore condivide pienamente gli abiti che indossano e li spinge a fregarsene delle prese in giro che quotidianamente subiscono a scuola. “Ho sentito che alcune persone non sono d’accordo col fatto che mio figlio indossi abiti femminili. A loro dico che non mi interessa. Noah ha sei anni: se vuole indossare una cosa, la indossa.”.

Un grande gesto di amorevolezza e supporto nei confronti dei propri figli. D’altronde, conosciamo molti esempi simili a Hollywood. Prima tra tutti Shiloh Jolie-Pitt, la bellissima figlia dei Brangelina ormai separati, che ha affermato di sentirsi in tutto e per tutto John e ha ottenuto il totale appoggio da parte dei suoi familiari. L’attore di Beverly Hills 90210 ha anche ammesso di ammirare la forza e il coraggio dei suoi bambini, e che indossando tali abiti non fanno del male a nessuno.

Insomma, in casa dei due attori si respira aria di libertà e condivisione. Il bullismo è bandito sotto ogni forma. Tutti i bimbi sono felici, e sereni senza preoccuparsi tanto della questione gender fluid che ultimamente tiene banco anche nelle grandi catene di abbigliamento. Loro possono e devono vestirsi come vogliono quando escono o quando vanno a scuola, fosse anche da principessa.

Google+
© Riproduzione Riservata