50 e 50: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer del film

Mario Ragone 13 Marzo 2020

Ecco di cosa parla il film 50 e 50, diretto da Jonathan Levine, con Joseph Gordon-Levitt: trama, recensione, scheda tecnica, cast completo e trailer.

La commedia drammatica, realizzata dal regista Levine, tratta la storia di un ragazzo di 27 anni, Adam, la cui vita viene sconvolta dalla notizia di un cancro. La grave patologia pone il protagonista in una condizione d’incertezza rispetto al proprio futuro, lasciandogli di fatto il 50% di possibilità di sopravvivenza. Tuttavia il ragazzo va avanti tra l’amicizia con Kyle ed una difficile relazione con la fidanzata Rachael. Questo fino a che non scopre alcune scomode verità.

Il cast completo del film 50 e 50 si basa sulla partecipazione di attori quali Joseph Gordon-Levitt (“Il cavaliere oscuro-Il ritorno”), Seth Rogen, Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick, Angelica Houston, Philipp Baker Hall.

La tematica principale è quella della malattia e di come essa comporti un cambiamento radicale delle prospettive di vita. Che interessi un anziano o una persona giovane, come nel caso di tale racconto, poco importa, poichè le conseguenze che comporta sono le medesime. Una totale riorganizzazione dei valori ed una priorità a ciò che conta davvero, rappresentano gli elementi cardine della narrazione.

Trama e recensione del film 50 e 50, di Jonathan Levine con Joseph Gordon-Levitt

Dopo aver sviluppato cast e tematiche del prodotto cinematografico del regista Jonathan Levine, passiamo ora in rassegna trama e recensione del film 50 e 50. Al centro della storia vi è un ragazzo di 27 anni, Adam, un giornalista radiofonico che condivide una sana e duratura amicizia con Kyle, ed una relazione con Rachael.

Un giorno, però, la tranquilla vita comune del protagonista subisce un arresto a causa della notizia di un tumore alla colonna vertebrale. Una grave patologia, questa, che lascia al ragazzo il 50% delle possibilità di poter sopravvivere. Dopo aver messo al corrente la famiglia, l’amico e la sua ragazza, il giornalista cerca razionalmente di stabilire il prossimo passo. Così si apre un dibattito tra Rachael e la madre di Adam su chi debba prendersi cura di lui. Una faida che vede trionfare la fidanzata del protagonista, la quale però lascia molto a desiderare nel suo ruolo di “crocerossina”.

Rachael, dopo aver dimostrato in diverse occasioni di essere superficiale circa il ciclo terapeutico del fidanzato, costringe Adam ad affidarsi alla madre. Come se ciò non bastasse, di lì a poco, il ragazzo scopre tramite l’amico Kyle del tradimento di Rachael e decide dunque di lasciarla. Questa novità butta giù il morale di Adam, il quale, tuttavia, trova conforto in un nuovo rapporto con la terapista Katherine. Quest ultima riesce a far aprire il protagonista, facendolo riflettere su ciò che sta affrontando. Lo scambio tra i due diventa continuativo fuoriuscendo anche dai canoni del rapporto medico-paziente. Quello che quindi era inizialmente un legame professionale, diventa pian piano qualcosa di più.

Il finale della commedia drammatica di Jonathan Levine

Se con l’arrivo di Katherine il giornalista ritrova dunque fiducia e positività, non si può dire lo stesso per il rapporto del ragazzo con una coppia di malati. I due anziani, Alan e Mitch, che il protagonista conosce durante le chemio, rappresentano per lui uno specchio che ne riflette la condizione.

Questo fatto, insieme alla tragica scomparsa di Mitch a causa della patologia, spingono Adam in una spirale depressiva. Quest ultimo, infatti, inizia a convicersi di non avere altro destino che la morte, inevitabile per uno nel suo stato. Ciò in parte si verifica, dal momento che la terapia non sortisce l’esito sperato sul ragazzo, portandolo a doversi operare per rimuovere il tumore. Nonostante una preoccupazione ed uno scettismo iniziale, l’intervento va a buon fine ed il protagonista pian piano si riprende del tutto.

L’epilogo del film di Levine mostra Adam insieme all’ormai nuova fidanzata Katherine, dialogare riguardo il loro futuro. Alla domanda di lei di cosa ne sarà del domani, il ragazzo risponde con un sorriso. Una trama ricca di emozioni e stati d’animo che variano continuamente per tutto l’arco narrativo. La commedia ed il dramma si bilanciano perfettamente per dar vita ad uno spaccato di realtà controverso come quello della malattia (nello specifico del tumore).

Scheda tecnica del film 50 e 50 e trailer ufficiale in HD

Scheda tecnica
Adam, un giornalista radiofonico di 27 anni, vive serenamente l'amicizia di vecchia data con Kyle, e la relazione con Rachael. Un giorno, però, la notizia di un tumore gli cambierà i piani, facendogli scoprire verità inattese sulla propria esistenza.
Titolo50 e 50
Durata100'
Generecomedy drama
CastJoseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick, Angelica Houston, Philipp Baker Hall
RegiaJonathan Levine
Anno di prod.2011
Scheda tecnica
Adam, un giornalista radiofonico di 27 anni, vive serenamente l'amicizia di vecchia data con Kyle, e la relazione con Rachael. Un giorno, però, la notizia di un tumore gli cambierà i piani, facendogli scoprire verità inattese sulla propria esistenza.
Titolo50 e 50
Durata100'
Generecomedy drama
CastJoseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Bryce Dallas Howard, Anna Kendrick, Angelica Houston, Philipp Baker Hall
RegiaJonathan Levine
Anno di prod.2011
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto