Come lavorare per Bartolini: requisiti per la candidatura spontanea

Carmela Sansone 20 Giugno 2020

Come lavorare per Bartolini (BRT) come corriere per consegne e ritiro o come padroncino: requisiti per inviare la candidatura spontanea, come compilare il modulo lavora con noi, inviare curriculum online e le istruzioni per presentare la domanda.

Ti sei chiesto almeno una volta “come posso lavorare per l’azienda Bartolini?” Bene, sei nel posto giusto: ecco una guida completa di come lavorare ed essere assunti da BRT, come corriere o padroncino, quali sono i requisiti per entrare, come compilare il modulo lavora per noi e tutte le istruzioni per presentare la candidatura spontanea.

La nota azienda di Bartolini è tutta made in Italy: nasce nel 1928 a Bologna e una sua quota è, ad oggi in mano a Poste italiane, circa l’85%. Lavorare in BRT è il sogno di molti, un po’ come essere assunti da Netflix, e come per ogni lavoro occorre presentare la propria candidatura spontanea direttamente dal sito e avere tutti i requisiti per le postazioni aperte.

La prima cosa che bisogna fare, dunque, è consultare l’elenco delle inserzioni di offerte di lavoro, per valutare se ce n’è qualcuna che fa al proprio caso.

BRT opera in quasi tutte le regioni d’Italia, quindi, non è difficile trovare offerte di lavoro vantaggiose, senza allontanarsi troppo da casa. L’azienda, comunque, in maniera molto frequente pubblica dei post nella sezione Recruiting Lavora con noi del sito. In essi, è presenta già la località di lavoro e la possibilità di presentare la candidatura spontanea. Per quanto riguarda i requisiti, questi cambiano in base ai vari profili ricercati: per alcuni, per esempio, è necessario avere la Laurea di primo o secondo livello, per altri, è sufficiente il diploma. Per capire davvero come fare per lavorare per Bartolini, vediamo quali sono i passaggi da fare per presentare la domanda, i requisiti, come si compila il modulo e cosa evitare.

Come lavorare per Bartolini: compilare modulo lavora con noi e inviare candidatura spontanea

Vediamo, dunque, come lavorare per Bartolini e come si compila il modulo lavora con noi per inviare la candidatura spontanea presso qualsiasi postazione aperta. In primo luogo, è necessario andare nella sezione delle Campagne recruiting del sito, dove ci si può candidare per varie posizioni e valutare i requisiti di ogni campagna. Una volta scelta l’offerta che fa per noi, valutando la sede e quanto richiesto, occorre cliccare sul codice della campagna, posizionato in rosso a sinistra. Poi, si può scegliere tra inviare un nuovo curriculum vitae oppure sfruttare uno già inviato attraverso l’opzione “candidato già registrato”, accedendo al sito con le proprie credenziali.

Se, invece, non si ha mai avuto a che fare con il sito, occorre cliccare su “nuovo curriculum” e compilare l’anagrafica che segue. Occorre inserire i propri dati, il numero di telefono, l’indirizzo, le eventuali qualifiche, hobby, studi, competenze, area aziendale desiderata e i titoli di studio. Una volta completati questi dati, occorre caricare il cv in pdf o in formato video, per dare una migliore panoramica su di sè. Accettare e prendere visione sull’informativa della privacy e andare su Invia curriculum. A questo punto, il vostro cv è stato inviato e la candidatura spontanea effettuata. Non resta che sperare e incrociare le dita!

Requisiti per iniziare un lavoro in Bartolini e come fare carriera

Ma quali sono i requisiti per iniziare un nuovo lavoro in Bartolini, e come fare carriera come padroncino o come corriere? Una volta capito come lavorare per Bartolini, occorre capire come fare carriera e quali sono i requisiti ricercati dalla nota azienda. Un po’ come per la piattaforma di Netflix, i requisiti per candidarsi variano a seconda dell’inserzione. E’ importante, quindi, prima di candidarsi leggere con attenzione tutti i dettagli dell’offerta. Bisogna inviare la candidatura spontanea solo se si è certi di rispecchiare completamente quel profilo professionale.

Com’è facile immaginare, infatti, la concorrenza nel settore è alta (il che non è un segnale  positivo per certi versi), per cui bisogna essere onesti, pena l’esclusione immediata della propria istanza. Tra i requisiti, dunque, può esserci la laurea di primo o secondo livello, o il diploma. Tra i laureati più ambiti, quelli in Economia e Commercio, in Lingua o in Ingegneria, almeno per alcuni settori. Alcune offerte prevedono alcuni anni di esperienza, mentre altre non sono così esigenti e richiedono solo un diploma non specifico come titolo di accesso. Altre offerte, ancora, prevedono una buona capacità di gestione delle risorse umane e della collaborazione in team. Insomma, tutto dipende dalla posizione ambita, che è possibile consultare tra le Campagne di recruiting lavora con noi nel sito ufficiale.

Istruzioni per lavorare per Bartolini: cosa fare e cosa evitare

Ecco, dunque, in elenco, le istruzioni per lavorare per Bartolini (BRT): cosa fare per fare carriera e cosa evitare.

  • Consultare con cura le offerte di lavoro nella sezione Campagne di Recruiting e scegliere quelle più vicine alle proprie ambizioni.
  • Cliccare sul codice della campagna.
  • Se si ha già un profilo sul sito cliccare su “candidato già registrato” e inviare in automatico il cv.
  • Altrimenti, vai su “Nuovo curriculum”, completa tutte le sezioni e inviare il tuo cv.
  • E’ fondamentale candidarsi solo se realmente interessati e completare il cv in maniera onesta e originale.
  • Bisogna, inoltre, rispondere velocemente alle loro mail e mostrarsi disponibile ad eventuali colloqui in sede e non.
© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto