Sondaggi regionali oggi 3 settembre 2020: centrodestra sogna “manita”

Gabriella De Rosa 3 Settembre 2020

Ultimi sondaggi regionali oggi 3 settembre 2020: situazione stabile a meno di venti giorni dall'Election Day in Campania, Veneto, Liguria, Toscana, Puglia e Marche.

Il governo giallorosso teme una brutta sconfitta in queste elezioni regionali, che appesantiranno i consensi a livello nazionale e il futuro di questo esecutivo.

Il centrodestra già gode di una “manita”, ovvero, la vittoria di cinque regioni su sei. La certezza arriva dal Veneto di Zaia, che vincerà con un voto plebiscitario, stimato al 70% circa; secondo gli ultimi sondaggi della Liguria Toti arriva al 60% dei consensi, e oltre alla Valle d’Aosta, probabilmente anche da Marche e Puglia.

Nei sondaggi regionali di Puglia la regione sembra abbandonare la condizione di bilico e il candidato centrodestra Raffaele Fitto supera il governatore uscente Emiliano. Michele Emiliano guadagna il 39,4% mentre Fitto arriva al 41% dei consensi. Fuori dai giochi quasi sicuramente la candidata pentastellata Laricchia, stimata al 15,6% insieme al renziano Scalfarotto che intravede solo l’1,6%.

Nonostante il sorpasso, la partita tra Fitto e Emiliano è ancora aperta poichè la distanza tra i due è minima per dare una certezza. A dare man forte a Fitto sono i pugliesi delusi dall’amministrazione di Emiliano – e che non vuole mettersi nelle mani di uno sconosciuto come Scalfarotto. Solo il 52% dei cittadini pugliesi ritiene che l’operato del governatore uscente sia stato positivo, mentre il 46% lo condanna.

Cattive notizie per il centrosinistra secondo i sondaggi regionali delle Marche, il candidato Acquaroli del centrodestra è al 49% dei consensi mentre il candidato Mangialardi del centrosinistra al 35,8%.

Ultimi sondaggi regionali oggi 3 settembre 2020: centrosinistra non vuole perdere la Toscana

Anche la secolare regione rossa fa tremare la maggioranza giallorossa e il centrosinistra. I sondaggi regionali in Toscana confermano che rimane sul filo di un rasoio la sfida testa a testa tra il candidato di centrosinistra Eugenio Giani stimato al 43% nei sondaggi di oggi 3 settembre 2020 e la leghista Susanna Ceccardi al 42,5% dei consensi.

In Campania il governatore uscente tanto apprezzato nel periodo di emergenza sanitaria su scala nazionale, Vincenzo De Luca rimane il favorito su Caldoro del centrodestra. La Campania al momento sarebbe l’unica a far tirare un sospiro di sollievo al Pd e al centrosinistra. Nonostante sia calato di molto il suo consenso, arrivato anche al 70%, oggi De Luca stimato al 49% rimane in testa sul forzista Caldoro.

Rimane l’unica roccaforte sicura del centrodestra la regione Campania. A testimonianza di ciò lo confermano anche i consensi per la Lega che sono scesi dal 19% durante le Europee al 3%.

Si è da poco conclusa la campagna elettorale di Matteo Salvini in tour nelle regioni meridionali, senza alcun successo. In Campania ad esempio il Carroccio ha perso presa sull’elettorato passando dal 19,2% del 2019 al 3,3% di oggi.

Molte le responsabilità dei candidati regionali e locali ma il Capitano con la sua squadra sta perdendo il fascino sull’elettorato non solo meridionale, ma anche nazionale e la prova evidente arriva proprio dalla Campania.

Intenzioni di voto: crollo Lega cresce Fratelli d’Italia

I sondaggi regionali oggi 3 settembre 2020 mostrano il vertiginoso crollo di Salvini e della sua Lega. L’unico partito del centrodestra che sembra mandare avanti la coalizione è il partito di Giorgia Meloni. Fratelli d’Italia sta vedendo un periodo positivo crescere di mese in mese, a differenza del collega Salvini.

Il Carroccio rimane prima in classifica come partito nazionale ma con un gradimento del 23,5% poco distante dal Partito democratico che rimane stabile al 20,5%.

Segue subito dietro il Movimento 5 Stelle con il 19,9% avanti a Fratelli d’Italia al 15,5% delle intenzioni di voto.

A quasi 10 punti di distanza Forza Italia con un 6,3% in solitario prima dei partiti minori come Italia Viva e Azione insieme al 3,3% seguite dalla Sinistra al 3,2% e i Verdi al 2,1%.

  • Lega 23,5%
  • PD 20,5%
  • M5S 19,9%
  • FdI 15,5%
  • Forza Italia 6,3%
  • Italia Viva 3,3%
  • Azione 3,3%
  • Sinistra 3,2%
  • Verdi 2,1%

Questo calo evidente della Lega e la costante perdita di forza di Forza Italia permettono al Pd e alla coalizione centrodestra di sorpassare la coalizione centrodestra. Ad oggi, rispetto ai precedenti sondaggi, la coalizione centrodestra è stimata al 45,3% viene sorpassata dal governo giallorosso al 46,9%.

© Riproduzione Riservata
avatar Gabriella De Rosa Sono una linguista specializzata in ambito giuridico. Sono appassionata di comunicazione e informazione. Ho unito i miei studi in lingue applicate alla comunicazione internazionale e la mia passione per l'ambito giuridico e politico, poiché credo fortemente in una partecipazione attiva del cittadino alla politica attraverso una comprensione del diritto e del linguaggio istituzionale. Rendere il linguaggio giuridico più chiaro è un dovere democratico. La mia formazione post-lauream mi ha portato ad uno stage negli uffici di Legal drafting e Affari Internazionali del Senato della Repubblica. Da lì ho approfondito i miei studi sul linguaggio politico e il fondamentale rapporto tra politica e comunicazione. Leggi tutto