Concorso straordinario scuola: al via correzione prove

Aniello Ianniello 26 Novembre 2020

Al via nei prossimi giorni la correzione delle prove del concorso straordinario scuola: risultati della selezione, modalità correzioni e come avverranno le nuove assunzioni.

Nei prossimi giorni avranno inizio le correzioni del concorso straordinario per la scuola del 2020. Nonostante le prove non siano state ancora concluse dai candidati, per via dello stop ai concorsi pubblici indetto con il DPCM del 3 Novembre, le prove già effettuate potranno essere corrette.

Il parere positivo alla correzione degli elaborati già svolti arriva direttamente dal MiUR. L’obiettivo del ministero è quello di ridurre i lunghi tempi di attesa, tipici delle correzioni.

Concorso straordinario scuola per docenti anno 2020: come è andata la selezione

Ultimi aggiornamenti sul concorso straordinario docenti del 2020. Le correzioni inizieranno nei prossimi giorni, quando arriveranno le disposizioni scritte dal ministero dell’istruzione.

Quali sono i primi risultati della selezione? Per ora non c’è una grande massa di dati utile per indicare un esito medio delle prove già svolte. Le uniche due graduatorie disponibili fanno riferimento alla provincia di Bolzano che, per il ridotto del numero dei partecipanti, non offre una visione generale dell’andamento del superamento della prova.

Come avviene la valutazione delle prove scritte del concorso straordinario docenti del 2020? Come indicato dal decreto dipartimentale dell’8 luglio 2020 le commissioni pubblicano, almeno sette giorni prima rispetto alla prova, le griglie di valutazione necessarie per la formazione della graduatoria.

Inoltre, nei prossimi giorni saranno rese note delle ulteriori griglie di valutazione, distinte per classe di concorso.

Come viene attribuito il punteggio? Il punteggio è determinato in base al voto ottenuto in ciascuna prova. In particolare si farà riferimento alla:

  • Padronanza delle conoscenze e competenze disciplinari in relazione alle discipline oggetto d’insegnamento (da 0 a 5 punti)
  • Padronanza delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto d’insegnamento (da 0 a 5 punti)
  • Qualità dell’esposizione e correttezza linguistica e terminologica (da 0 a 5 punti)

Il punteggio ottenuto sarà convertito in /80 è la prova si intende superata con un minimo di 56/80.

Coloro che supereranno la prova, ma non sono collocati in una posizione utile in graduatoria per la propria classe di concorso nella regione scelta, potranno conseguire l’abilitazione secondo una procedura ancora non resa nota.

Nuove assunzioni precari con 36 mesi di servizio nella scuola

Quale sarà l’iter di assunzione per i vincitori del concorso straordinario della scuola del 2020? Il bando, integrato con il Decreto Dipartimentale n.783 del 8 luglio 2020 prevede che i vincitori della procedura concorsuale straordinaria diventino docenti di ruolo nell’anno scolastico 2021/2022

Dunque, le nomine saranno disposte per il prossimo anno scolastico 2021/22.

Ad oggi, “il concorso è stato espletato per il 73% delle prove”. A dichiararlo è la Ministra dell’Istruzione, in un’intervistata su Rai Uno. “È un concorso importante, ha riferito Lucia Azzolina, che ci permetterà di assumere i precari che avevano già 36 mesi di servizio nella scuola. Poi partiranno anche gli altri concorsi, ordinario per infanzia e primaria e secondaria di II grado. Abbiamo rispettato la nostra amata Costituzione, e daremo ai nostri studenti degli insegnanti a tempo indeterminato”.

Come funziona la correzione prove del concorso straordinario

Direttive definitive per la procedura di valutazione arriveranno nei prossimi giorni. Nella nuova nota emanata dal Ministero si ricorda che, al termine della correzione delle prove scritte, le commissioni procederanno, rispetto a quanto già previsto dell’articolo 400, comma 13, del decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297, alla valutazione dei titoli nei riguardi dei candidati che hanno superato la prova.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto