MAD scuola 2020-21: come funziona, requisiti e modello

Aniello Ianniello 4 Dicembre 2020

Messa a disposizione scuola per l'anno scolastico 2020-2021: cos'è la MAD, come funziona, quali sono i requisiti per poter fare domanda e modello PDF.

E’ iniziato un nuovo anno scolastico e il modello MAD 2020/2021 pdf da scaricare consente agli insegnati di poter inviare la propria candidatura spontanea a scuole vicine e lontane. La domanda di messa a disposizione è un’istanza presentata alle scuole, senza limitazioni, con la quale si informa l’istituto scolastico della propria disponibilità per eventuali incarichi di supplenza.

Si fa ricorso a tale modello nel caso in cui le graduatorie siano esaurite, comprese quelle contenenti i nominativi dei vincitori. Nel caso di esaurimento della graduatoria di istituto, il dirigente scolastico provvede al conferimento della supplenza utilizzando le graduatorie di altri istituti della provincia secondo un criterio di vicinanza reso noto tramite sistema informativo

Come funziona il MAD scuola 2020-21: come fare la domanda di messa a disposizione e Modello PDF

La MAD 2020/2021 scuola è un’autocandidatura informale con la quale un soggetto si candida come supplente all’interno di un istituto scolastico.

Come funziona l’invio della domanda di messa a disposizione 2020/2021 a scuola? Esistono 4 tipologie diverse di messa a disposizione:

  • docenza per le materie attinenti al titolo di studio (c.d. MAD classica);
  • docenza di sostegno (c.d. MAD per il sostegno);
  • docenza nel periodo estivo per gli studenti che a settembre dovranno sostenere gli esami di riparazione (c.d. MAD recuperi estivi);
  • incarichi amministrativi, tecnici e ausiliari (c.d. MAD personale ATA).

A quali scuole è possibile inviare la messa a disposizione?

  • nelle scuole della stessa provincia in cui il candidato risiede
  • nelle scuole di altre province, senza limite numerico
  • per la stessa o per altre classi di concorso, o per la stessa più altre classi di concorso
  • anche per classi di concorso per cui non si ha titolo, naturalmente specificando la circostanza

Requisiti messa a disposizione: chi può partecipare

Per poter inviare la propria MAD non si deve essere iscritti all’interno di nessuna graduatoria provinciale o graduatoria d’istituto. Tuttavia, l’esaurimento delle graduatorie e la persistenza di posti vacanti ha fatto decadere i predetti vicoli. È stato il capo del Miur, Lucia Azzolina, a eliminare i vincoli ancora in vigore.

Quali sono i requisiti per poter inviare la messa a disposizione? Per poter inoltrare la messa a disposizione è necessario possedere uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea magistrale, specialistica o di vecchio ordinamento, che dia accesso ad una classe di concorso;
  • laurea triennale
  • diploma tecnico o professionale

Si ricorda non vi è nessun limite di età, la domanda può essere presentata da chiunque sia in possesso dei titoli di studio richiesti.

Quando e come inviare la domanda MAD- messa a disposizione scuola

Le domande possono essere inviate in qualsiasi periodo dell’anno. I periodi migliori per inoltrare le messe a disposizione sono prima dell’inizio dell’anno scolastico in modo tale che i dirigenti scolastici possono arginare le carenze di posti vacanti.

C’è da dire anche che le domande possono essere inviate anche durante l’anno scolastico, durante le vacanze di natale, o poco prima della fine dell’anno scolastico in quanto gli istituti hanno bisogno di nuovo personale anche per i corsi estivi.

Ogni istituto possiede una sezione all’interno del proprio sito web dove è possibile compilare e inviare la messa a disposizione. Qualora l’istituto scolastico non possieda una piattaforma web, la mad scuola può essere inviata con posta ordinaria, in quanto la PEC è usata dalle scuole per le comunicazioni ufficiali.

È fortemente consigliato inviare anche un curriculum vitae del candidato alla messa a disposizione. Oltre alle conoscenze e alle esperienze pregresse è opportuno indicare gli esami svolti durante il proprio percorso scolastico e accademico.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto