• Algeri
  • Romano
  • Barnaba
  • Meoli
  • Cocchi
  • Bonetti
  • Mazzone
  • Leone
  • Paleari
  • Romano
  • Santaniello
  • Rossetto
  • Scorza
  • Gelisio
  • Rinaldi
  • Boschetti
  • Buzzatti
  • de Durante
  • Valorzi
  • Quaglia
  • Califano
  • Chelini
  • Cacciatore
  • Liguori
  • Bruzzone
  • Quarta
  • Ferrante
  • Carfagna
  • Crepet
  • Alemanno
  • Falco
  • Andreotti
  • Dalia
  • Pasquino
  • De Luca
  • Casciello
  • Bonanni
  • Napolitani
  • di Geso
  • Tassone
  • Baietti
  • De Leo
  • Miraglia
  • Grassotti
  • Ward
  • Coniglio
  • Gnudi
  • Antonucci
  • Catizone

Chi è Jasmine Trinca oggi: età, fisico, altezza, marito e film

Antonella Acernese 11 Gennaio 2022
A. A.
24/01/2022

Protagonista di "Supereroi" con Alessandro Borghi, chi è Jasmine Trinca oggi: biografia, età, altezza, origini, marito, figli, genitori e film dell'attrice.



Diplomata nel 2000 al liceo classico Virgilio di Roma, si iscrive alla facoltà di Archeologia che ben presto abbandona.

Esordisce nel film di Nanni Moretti La stanza del figlio (2001).

Nel 2003 è tra i protagonisti de La meglio gioventù, che le vale il premio come migliore attrice protagonista ai Nastri d’argento 2004.

Nella sua carriera ha vinto due David di Donatello, quattro Nastri d’Argento, due Globi d’oro, due Ciak d’oro, un Premio Marcello Mastroianni alla Mostra del cinema di Venezia, il premio Gian Maria Volonté e il premio Un Certain Regard del Festival di Cannes.

Nel 2018 interpreta Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle. La troviamo in La scuola cattolica e Supereroi nel 2021.

Ma parlarci di lei non saranno solo i suoi film, Jasmine Trinca chi è oggi, quanti anni ha, con chi è sposata, quanti figli ha, origini, e vita privata, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Jasmine Trinca: biografia, età, altezza, fisico, origini, genitori, marito, figli e vita privata dell’attrice

Per scrivere una biografia e sapere chi è Jasmine Trinca, Instagram, Facebook non potranno esserci d’aiuto, piuttosto l’interviste a Verissimo, ci sarà utile per scoprire innanzitutto età, altezza, peso, origini, genitori, compagno e figli dell’attrice.

Nasce a Roma il 24 aprile 1981 sotto il segno zodiacale del Toro. E’ alta 172 cm. Ha capelli mori e ricci, sguardo intenso e dolce ed occhi scuri. L’attrice appare spesso in vestiti vintage, floreali. Ha uno stile semplice ma al contempo particolare.

Si definisce una “brontolona”, in passato un’adolescente rigida. I suoi famigliari l’hanno sempre descritta come una bravissima ragazza, amante dello studio e profondamente appassionata alla recitazione.

Il profilo Instagram di Jasmine Trinca non è attivo. La donna afferma di voler mantener riservata la sua vita privata, per questo non ama avere social.

Circa le sue origini sappiamo che è romana e tuttora vive nella capitale. Ha vissuto fino all’età di 20 anni con la madre e ha sempre detto che il suo rapporto con lei non è stato facile. La madre è venuta a mancare recentemente. Ha perso anche il padre, quando era molto piccola. Rivela che in seguito a tale perdita reagisce con buffonaggine che manifesta tra i banchi di scuola.

Della sua vita privata non sappiamo se adesso sia impegnata, l’ex compagno di Jasmine Trinca è Antonio Piarulli, i due si sono conosciuti durante l’università e hanno avuto una figlia, di nome Elsa nel 2009.

Formazione e titoli dell’attrice Trinca

Nonostante sia un’attrice molto conosciuta per via dei suoi film, Jasmine Trinca chi è oggi professionalmente, formazione, titoli di studio e primi passi nel mondo lavorativo, non tutti li conoscono. Ripercorriamo la sua vita professionale.

Frequenta il liceo classico Virgilio, dove nel 2000 si diploma con il massimo dei voti. Si iscrive al corso di laurea in archeologia che tuttavia abbandona per iniziare la sua carriera da attrice.

Esordisce al cinema a soli 19 anni, dopo essere stata scelta da Nanni Moretti fra 2500 candidate al suo liceo, per il film La Stanza del figlio, premiato con la Palma d’oro al Festival di Cannes 2001.

Grazie al suo ruolo nel film ottiene un Ciak d’oro come miglior attrice non protagonista, un globo d’oro come migliore attrice esordiente, e viene candidata come miglior attrice non protagonista ai Nastri d’argento e ai David di Donatello.

Dopo il debutto appare ne La meglio gioventù (2003), film per il quale riceve il Nastro d’Argento 2004 come migliore attrice protagonista. Sempre nel 2004 la ritroviamo nel film La fuga degli innocenti e l’anno seguente in Romanzo Criminale. Nel 2005 è protagonista con Silvio Muccino di Innamoramento.

Film e fiction, Jasmine Trinca chi è oggi in tv

Non solo per Romanzo Criminale, Jasmine Trinca chi è oggi, sono tanti altri ruoli in film in cui a preso parte a dircelo, e non solo avendo spesso preso parte con posizioni politiche ai salotti tv.

Oggi è tra le più richieste e apprezzate attrici italiane per la sua capacità d’interpretare, in grado di stupire per la sua versatilità, è possibile conoscerla al meglio vedendo i film in cui appare come attrice.

Successivamente recita in celebri film italiani come Il caimano (2006), Il grande sogno (2009), L’Apollonide (2011), Un giorno devi andare (2013), Miele (2013), Saint Laurent (2014), Meraviglioso Boccaccio (2015), Nessuno si salva da solo (2015), Tommaso (2016).

Nel 2017 l’attrice è protagonista del film che ne consacra la carriera di interprete con Fortunata. Il film è valso all’attrice il premio come migliore interpretazione Un Certain Regard e il David di Donatello nella medesima categoria.

Interpreta Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle ed è nel film Euforia nel 2018. La vediamo in seguito in La dea fortuna (2019) e in Guida romantica a posti perduti (2020). Tra i progetti cui prende parte nel 2021 troviamo La scuola cattolica e Supereroi.

Nel 2020 ha poi fatto il suo debutto alla regia, presentando alla mostra del cinema di Venezia il cortometraggio Being My Mom.

Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 24 aprile 1981 sotto il segno zodiacale del Toro. E' alta 172 cm. Diplomata nel 2000 al liceo classico Virgilio di Roma, si iscrive alla facoltà di Archeologia che ben presto abbandona. Esordisce nel film di Nanni Moretti La stanza del figlio (2001). Nel 2003 è tra i protagonisti de La meglio gioventù. Nella sua carriera ha vinto due David di Donatello, quattro Nastri d’Argento, due Globi d’oro, due Ciak d’oro, un Premio Marcello Mastroianni, il premio Gian Maria Volonté e il premio Un Certain Regard del Festival di Cannes.
Nome e CognomeJasmine Trinca
Data di nascita24/04/1981
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttrice
Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 24 aprile 1981 sotto il segno zodiacale del Toro. E' alta 172 cm. Diplomata nel 2000 al liceo classico Virgilio di Roma, si iscrive alla facoltà di Archeologia che ben presto abbandona. Esordisce nel film di Nanni Moretti La stanza del figlio (2001). Nel 2003 è tra i protagonisti de La meglio gioventù. Nella sua carriera ha vinto due David di Donatello, quattro Nastri d’Argento, due Globi d’oro, due Ciak d’oro, un Premio Marcello Mastroianni, il premio Gian Maria Volonté e il premio Un Certain Regard del Festival di Cannes.
Nome e CognomeJasmine Trinca
Data di nascita24/04/1981
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttrice
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto