• Quaglia
  • Liguori
  • Mazzone
  • Romano
  • Andreotti
  • Rossetto
  • Gnudi
  • Pasquino
  • de Durante
  • Santaniello
  • Casciello
  • Leone
  • Crepet
  • Buzzatti
  • Chelini
  • Ward
  • Cocchi
  • Alemanno
  • Quarta
  • Bonanni
  • Baietti
  • Scorza
  • Barnaba
  • Rinaldi
  • Napolitani
  • di Geso
  • Catizone
  • Valorzi
  • Tassone
  • De Leo
  • Falco
  • Cacciatore
  • Ferrante
  • Miraglia
  • De Luca
  • Gelisio
  • Romano
  • Antonucci
  • Carfagna
  • Paleari
  • Dalia
  • Califano
  • Bonetti
  • Boschetti
  • Grassotti
  • Coniglio
  • Algeri
  • Meoli
  • Bruzzone

Chi è Pia Lanciotti: età, fisico, altezza, compagno, figli e film

Letizia Liguori 28 Gennaio 2022
L. L.
24/05/2022

Si chiama dottoressa Martelli in DOC, chi è Pia Lanciotti nella vita privata: età, fisico, altezza, peso, origini, genitori, compagno e figli dell'attrice.



Esordisce nel 2003 in televisione con “Virginia la monaca di Monza” diretta da Alberto Sironi, regista di Montalbano, il quale qualche anno dopo la contatta per un ruolo nella suddetta fiction nell’episodio “La Luna di Carta”. Prende parte a tante serie televisive tutte dirette da Carmine Elia come “Terapia d’urgenza” (2009), “Rossella 2” (2012), “La porta rossa” (2016-18), “Mare fuori” (2020-21) e l’ultima “Sopravvissuti” (2021). Lavora anche con altri registi come M. Maccaferri in “Affari di famiglia” e “Papàblog” o con F. Costa in “Purché finisca bene” nell’episodio “Digitare codice segreto”.

Al cinema debutta nel 2008 nel film “L’estate d’inverno” di D. Sibaldi al quale segue l’anno successivo “Alza la testa” di A. Angelini. Nel 2016 è nel cast del film “la coppia dei campioni” e “Al posto tuo”. L’anno seguente è diretta da Paolo Sorrentino in “Loro 2”.

Altre fiction di successo nelle quali ha lavorato sono “Non uccidere” , “La compagnia del cigno”, “Permette? Alberto Sordi” nel ruolo di Andreina Pagnani e “Doc-Nelle tue mani” dove interpreta la Dottoressa Martelli madre della specializzanda Alba Patrizi alias Silvia Mazzieri.

Ma a raccontarci di lei non sarà solo la sua filmografia, serie tv e film, Pia Lanciotti chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, compagno e figli, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Pia Lanciotti: età, fisico, altezza, peso, fisico, origini, genitori, compagno e vita privata dell’attrice

Per mettere a fuoco la biografia e sapere chi è Pia Lanciotti, Instagram, Facebook e Twitter ci aiuteranno innanzitutto a conoscere età, altezza, peso, fisico, origini, dove vive, compagno, famiglia e figli.

Nata in Campania a Battipaglia in provincia di Salerno, nel 1975. Non si conosce né giorno né il mese di conseguenza nemmeno il segno zodiacale. Nemmeno altezza e peso sono noti.

L’attrice ha la capacità di indossare mille volti, senza far perdere mai autenticità al personaggio. Il viso camaleontico con i lineamenti decisi e gli zigomi alti creano una mimica affascinante. Una donna sensuale, dagli occhi verdi e il sorriso accattivante sono caratteristiche inconfondibili. Con i suoi capelli, data la professione, sperimenta molto con colori e lunghezze ma in qualsivoglia veste conserva una bellezza unica e inimitabile.

Il profilo Instagram di Pia Lanciotti è seguito da 670 follower, non è verificato, è aperto e si chiama @animate_lan. Attualmente vi è solo un post risalente al 2019. Ma sono tantissimi i post in cui viene taggata, inoltre è seguita da alcuni attori della fiction “Mare fuori” come Giacomo Giorgio o Massimiliano Caiazzo e dallo stesso regista della seconda stagione della serie Ivan Silvestrini.

Per quanto riguarda le sue origini sappiamo che è campana ma la sua passione per il teatro sin da giovanissima l’ha portata subito a trasferirsi a Milano.

Per quanto riguarda la vita amorosa e sentimentale dell’attrice non si conosce nulla. L’attrice è riservata e tiene alla sua privacy. Non è nota l’identità del compagno di Pia Lanciotti, né tantomeno se abbia figli. Non sappiamo dunque se sia impegnata in una relazione ma su Facebook compaiono delle foto abbracciata con un uomo.

Formazione e titoli di studio dell’attrice di Doc, Lanciotti

Se molti la conoscono per via della serie Doc nonché per i suoi film e serie tv, Pia Lanciotti chi è oggi come attrice e cosa ha fatto per arrivare ad essere quella che è ora, non tutti lo sanno. Conosciamo meglio la sua formazione e cerchiamo insieme di ricostruirla.

Ha iniziato la sua formazione al fianco del magnifico regista Giorgio Strehler presso la sua scuola di teatro fondata da egli stesso che ad oggi svolge la sua attività in unità organica con il Piccolo Teatro di Milano.

Diplomatasi nel 1997 continua ad approfondire lo studio della recitazione con seminari internazionali in lingua inglese con Declan Donnellan, Bruce Meyers, Jan Simmons e Ivana Chubbuck Studio. Inoltre segue anche un corso di doppiaggio diretto da Renato Cortesi.

L’attrice dunque ha sempre fatto teatro, ma è solo negli ultimi anni della sua carriera che ha iniziato a familiarizzare davvero con la camera, la televisione e il cinema e ciò le piace molto.

Filmografia, film e serie tv, Pia Lanciotti chi è oggi in tv

Dal teatro alla televisione sino al cinema d’autore, chi è Pia Lanciotti filmografia ricca di film e serie tv possono raccontarcelo e testimoniarcelo. Una attrice professionista con una lunga carriera alle spalle. Conosciamola prima approfonditamente proprio nel ruolo di Fabrizia Martelli in Doc che le ha fornito notorietà.

Interpreta la primaria del reparto di chirurgia generale, una donna impassibile umanamente, o almeno così vuole mostrarsi. Non solo con i pazienti è fredda e distaccata ma anche con la figlia, Alba Patrizi. Tra le due non ci sono buoni rapporti data la lontananza perenne per lavoro della Martelli. Madre e figlia si riconcilieranno solo in seguito ad una vicinanza forzata dovuta al Covid-19. Infatti la primaria si ammalerà e sarà curata dalla figlia ed è lì che cadrà la sua corazza come se sapesse che la fine sarebbe stata imminente. Morirà appena traferita al Policlinico Ambrosiano senza neppure il tempo di essere collegata ai macchinari per arresto cardiaco, dovuto al virus.

Ultimi lavori in televisione oltre al successo di DOC sono Mare Fuori 2 dove il personaggio rispetto alla prima stagione assume più rilievo e si connota sempre più come antagonista indiscusso. Ancora non portato sul piccolo schermo è il progetto “Sopravvissuti” coproduzione Francia-Germania con Lino Guanciale che racconta una storia non comune.

Nel 2019 interpreta due ruoli in una stessa messa in scena teatrale “La tragedia del vendicatore” di D. Donnellan e nello stesso anno partecipa al cinema nel film “La dea Fortuna” di Ferzan Ozpetek nel ruolo di Ginevra insieme a Filippo Nigro, coppia che fa da contraltare a quella dei protagonisti veri e propri.

Anagrafica Principale
Nata a Battipaglia in provincia di Salerno, nel 1975. Attrice di teatro, prestata al cinema ma soprattutto alla televisione. Dal 2003 è in televisione con "Virginia la monaca di Monza" diretta da Alberto Sironi. Prende parte a tante serie televisive "La porta rossa", "Mare fuori", "Affari di famiglia", "Purché finisca bene", "Non uccidere" , "La compagnia del cigno", "Permette? Alberto Sordi" e "Doc-Nelle tue mani". Al cinema esordisce nel 2008 nel film "L'estate d'inverno" di D. Sibaldi".
Nome e CognomePia Lanciotti
Luogo di nascitaSalerno
ProfessioneAttrice
Anagrafica Principale
Nata a Battipaglia in provincia di Salerno, nel 1975. Attrice di teatro, prestata al cinema ma soprattutto alla televisione. Dal 2003 è in televisione con "Virginia la monaca di Monza" diretta da Alberto Sironi. Prende parte a tante serie televisive "La porta rossa", "Mare fuori", "Affari di famiglia", "Purché finisca bene", "Non uccidere" , "La compagnia del cigno", "Permette? Alberto Sordi" e "Doc-Nelle tue mani". Al cinema esordisce nel 2008 nel film "L'estate d'inverno" di D. Sibaldi".
Nome e CognomePia Lanciotti
Luogo di nascitaSalerno
ProfessioneAttrice
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto