• Barnaba
  • Tassone
  • Pasquino
  • Napolitani
  • Califano
  • Quaglia
  • Bonetti
  • Romano
  • Cocchi
  • Grassotti
  • Coniglio
  • Baietti
  • Santaniello
  • Gnudi
  • Buzzatti
  • Paleari
  • Bruzzone
  • Andreotti
  • Crepet
  • Boschetti
  • de Durante
  • Chelini
  • Casciello
  • Ferrante
  • De Leo
  • Quarta
  • di Geso
  • Valorzi
  • Scorza
  • Bonanni
  • Catizone
  • Meoli
  • Rinaldi
  • Romano
  • Dalia
  • Liguori
  • De Luca
  • Miraglia
  • Gelisio
  • Antonucci
  • Rossetto
  • Mazzone
  • Leone
  • Cacciatore
  • Falco
  • Alemanno
  • Carfagna
  • Algeri
  • Ward

Diventare commesso: come fare, corsi, quanto guadagna e lavoro

Cristina Siciliano 31 Gennaio 2022
C. S.
18/05/2022

Indicazioni per sapere come diventare commesso: cosa fare, corsi e formazione, stipendio medio, cosa fa in giornata, mansioni e dove cercare lavoro.



Uno dei mestieri più richiesti in ambito commerciale è quello del commesso. Si parla di una persona adatta alla vendita, che si dedica nella maggior parte del tempo al cliente, cercando di soddisfare i suoi bisogni.

Naturalmente, deve saper conoscere nei dettagli i prodotti presenti nel negozio e la loro disposizione. Inoltre, deve aiutare a trovare determinati articoli all’interno del punto vendita, chiarendo ogni dubbio dei clienti.

Ad esempio, la commessa di un negozio di abbigliamento, che sia Zara, Stradivarius o altro brand, deve fornire consigli su taglie, abbinamenti di colore e stili dei vestiti, e deve saper proporre alternative che assecondino i gusti e di desideri del cliente.

Invece, l’addetto vendita di un negozio di elettronica, ad esempio Apple o venditore da Euronics, deve essere aggiornato in fatto di tecnologia, conoscere gli ultimi dispositivi usciti sul mercato ed essere in grado di fornire informazioni sulle caratteristiche tecniche degli apparecchi.

Conoscere i requisiti per diventare commesso, mansioni e responsabilità incentiva a far carriera in questo settore. Tante sono le possibilità di crescita professionale. Prendiamo come esempio una ragazza senza esperienza che, dopo aver sostenuto e passato il relativo colloquio, viene assunta in un determinato punto vendita.

Partiamo dal presupposto quindi che, stando all’annuncio di lavoro pubblicato dal responsabile della selezione, quest’ultima possegga di fatto tutti i requisiti e i titoli richiesti per ricoprire questo ruolo.

Ma quali sono i requisiti richiesti per chi vuole lavorare nel settore delle vendite in negozio? Come fare per diventare commesso in un negozio? Quali sono le mansioni e le responsabilità di chi ha questo ruolo all’interno di un negozio? Di seguito una guida completa per il percorso di inserimento e di crescita professionale con il quale, prima di tutto, si forniranno più informazioni possibili sull’attività in sé e le opportunità di lavoro e carriera.

Come diventare commesso: cosa bisogna fare, corsi, formazione ed esperienza per questo lavoro

Per diventare commesso titoli di studio specifici non sono richiesti. Come in molte professioni, partire da una solida esperienza è molto importante. In realtà, all’inizio,  una commessa può essere assunta anche con un contratto di apprendista e, quindi, essere affiancata da un tutor.

Tale apprendistato sarà finalizzato al conseguimento di una qualifica professionale specifica. Inoltre, avrà l’obiettivo d’inserimento a tempo indeterminato all’interno di un’azienda. Ad ogni modo, studio ed esperienza sono requisiti essenziali per chi vuole diventare commesso, corsi sia in presenza che online possono contribuire a raggiungere tale ruolo.

Solitamente, i corsi di assistente alla vendita prevedono una formazione mirata per acquisire le competenze inerenti a tutte le mansioni relative alla professione. La durata di tutte le lezioni solitamente è di un mese circa.

Ma, esistono anche corsi intensivi più lunghi. Questi spaziano dalla psicologia alle tecniche della vendita, dallo studio delle tipologie di clienti alla gestione tecnologica e pratica di una boutique.Bisogna sapere che per diventare commesso non ci sono trucchi o segreti del mestiere che possono portare subito al successo. Ma questo è un lavoro affascinante, perché si deve essere sempre al contatto con i clienti ed è fatto di responsabilità e soddisfazioni che arrivano nel tempo per chi saprà distinguersi.

Mansioni commesso, cosa fa e quali responsabilità copre

Quello che fa una commessa durante il suo orario lavorativo è occuparsi, sotto ogni aspetto, del punto vendita dove è stata assunta. A seconda del grado di esperienza o del tipo di inquadramento stabilito da contratto (quasi sempre si tratta del CCNL Commercio), l’assistente alla vendita può ricoprire molteplici responsabilità.

Ad esempio, se parliamo di una professionista potrebbe essere richiesto, non solo di organizzare gli spazi e mantenere in ordine la merce esposta, ma anche di gestire il magazzino e i rapporti con i fornitori. Inoltre, deve occuparsi dell’amministrazione del negozio oppure ancora di disporre un piano ad hoc per il raggiungimento degli obiettivi di vendita.

Volendo invece fare uno schema generale di quelle che sono le principali mansioni di una commessa, tutto può essere riassunto in una serie di competenze. Tali competenze, in linea di massima, sono considerate basilari per chi vuole diventare commesso ed intraprendere questo mestiere. Pertanto, un assistente alla vendita, deve sempre:

  • Mostrare totale disponibilità al cliente con cortesia e preparazione e mantenere in ordine la merce e pulito il luogo di lavoro;
  • Conoscere il prodotto che si vende ed avere delle competenze specifiche a seconda del settore in cui si opera;
  • Seguire le regole della direzione, ed attenersi alle strategie di vendita imposte dai superiori;
  • Essere in grado di gestire i fornitori e far presente loro eventuali mancanze;
  • Prezzare i prodotti, applicare eventuali sconti e ordinarli in base alla taglia o alla fascia di prezzo;
  • Gestire la cassa, prestando particolare attenzione alle entrate e alle uscite, evitando confusione;
  • Essere presente in negozio prima dell’apertura e mostrare disponibilità a lavorare su turni, in orari e giorni diversi durante la settimana.

Generalmente queste mansioni competono tutti gli addetti alla vendita, di qualsiasi categoria o settore di impiego. Che si lavori all’interno di un negozio di abbigliamento o in uno store, poco importa. Questo perché le mansioni citate sopra contraddistingueranno sempre questo tipo di occupazione.

Quanto guadagna un commesso, stipendio e tipo di contratto

Lo stipendio di un addetto alla vendita varia a seconda del tipo di contratto e dell’esperienza, ma anche dalla tipologia di negozio: se è un punto vendita di un franchising o in una boutique di lusso. La retribuzione può andare dai 500 euro ai 1.800 euro mensili sulla base del livello in cui si inquadra da contratto. Sapere come diventare commesso, quanto guadagna e a quanto ammonta lo stipendio in base al tipo di contratto, può motivare i candidati a migliorarsi e salire di livello:

  • primo e secondo livello per responsabile-dirigente: fino a 1.800 euro al mese;
  • terzo livello da capo-addetto vendita: lo stipendio medio è di circa 1.400 euro al mese;
  • addetta alle vendite con esperienza: lo stipendio va dai 1.200 e i 1.000 euro al mese;
  •  apprendista: in media 800 euro al mese.

Ovviamente, soprattutto per quanto riguarda una commessa del quarto o quinto livello, lo stipendio varia anche a seconda degli orari di lavoro, le domeniche o i festivi lavorati.

Come trovare lavoro da commesso: dove e come cercare

Generalmente, trovare lavoro come commesso non è molto difficile.  Ma, è importante sapere dove cercare gli annunci. Come spesso accade anche in altri settori, si può cominciare facendo qualche ricerca su internet e visionare le offerte disponibili online.

Per trovare lavoro si possono guardare sia le bacheche di lavoro online che gli annunci riportati sulle pagine dei quotidiani locali e della stampa gratuita.

Un altro luogo in cui si possono avere indicazioni sono i centri per l’impiego della propria città o provincia. Oppure, anche  le bacheche delle agenzie interinali. Come ulteriore metodologia di ricerca si possono anche compiere delle ricerche più mirate su internet. Ad esempio, controllando i siti ufficiali delle grande catene di negozi oppure stare attenti alla presenza di cartelli “Cercasi addetto alle vendite” attaccati davanti alle vetrine dei negozi.

Infatti, proporsi direttamente ai negozi può rivelarsi la mossa vincente. Quando e se avrà bisogno di qualcuno che lo aiuti, il responsabile del negozio, dopo essersi ritrovato il CV del candidato potrà scegliere di effettuare un breve colloquio per un’ipotetica assunzione al negozio.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Cristina Siciliano Sono laureata in Lettere Moderne e specializzanda in Filologia Moderna (curr. Umanistica Digitale). Ho esperienza nell'ambito della comunicazione ed ho svolto l'attività di pubblicista per diverse testate giornalistiche online, anche all'Estero. In questi ultimi due anni ho potuto lavorare come assistente part-time all'Università. Ho un'ottima conoscenza della lingua inglese e buone capacità informatiche e di Team working. Attualmente il mio punto di forza è sicuramente la mia modestia, che mi permette di conoscere tutti i miei limiti. Ho una grande passione per la scrittura, che è nata sulla carta ed è migrata sulla tastiera. Infatti, mi piace scoprire, conoscere, imparare e amo qualsiasi cosa racconti una storia. Leggi tutto