• Crepet
  • Buzzatti
  • Quaglia
  • De Luca
  • Napolitani
  • Bonanni
  • Alemanno
  • Valorzi
  • Romano
  • Rossetto
  • Romano
  • Dalia
  • Cacciatore
  • Catizone
  • Coniglio
  • Casciello
  • Baietti
  • Cocchi
  • Ferrante
  • Algeri
  • Gnudi
  • Bruzzone
  • Paleari
  • Tassone
  • Mazzone
  • Carfagna
  • Grassotti
  • Miraglia
  • de Durante
  • Quarta
  • Bonetti
  • Andreotti
  • Boschetti
  • Falco
  • Gelisio
  • Ward
  • Rinaldi
  • Chelini
  • Barnaba
  • Scorza
  • Santaniello
  • Liguori
  • Pasquino
  • Antonucci
  • Leone
  • De Leo
  • Meoli
  • Califano
  • di Geso

Funzioni del Presidente della Repubblica italiana: ruolo e poteri

Flavia de Durante 26 Gennaio 2022
F. d. D.
22/05/2022

Dai ruoli ai poteri, quali sono le funzioni del Presidente della Repubblica italiana: cosa deve e può fare il capo dello stato ed entro quali limiti secondo la Costituzione.



Il presidente della Repubblica, eletto dal parlamento e dai delegati regionali, è in Italia tra le figure più importanti della nazione. Viene eletto, di norma, ogni 7 anni. Rappresenta l’unità nazionale e ne è il simbolo. Inoltre, è il garante degli equilibri costituzionali al di sopra di tutti gli altri organi governativi.

Nelle mani del capo dello stato vi sono enormi responsabilità. Partecipa come coordinatore e supervisore all’esercizio di tutti i poteri. Per questo, il Presidente della Repubblica non è titolare di un potere unico o specifico.  Il suo incarico, durante l’intera durata del mandato, è tripartito nelle funzioni di funzione legislativa, giudiziaria ed esecutiva.

L’art. 66 elenca le principali funzioni e dei poteri del Capo dello Stato. Vediamo quali sono le funzioni e le responsabilità del Presidente della Repubblica, ruolo e poteri. Per comprendere al meglio, l’intervento dell’Avvocato Marialuigia Ferrante.

Funzioni del Presidente della Repubblica italiana: cosa può fare il Capo dello Stato ed entro quali limiti

Cosa fa Presidente della Repubblica, doveri e responsabilità fondamentali per il Paese, ecco quali sono: le sue funzioni e come le mette in pratica il Capo dello Stato.

“La figura di governo del Presidente della Repubblica è regolamentata dagli articoli 83 e seguenti della Costituzione, sino al 91. Viene eletto Capo dello stato qualsiasi cittadino che abbia compiuto almeno 50 anni che gode di diritti civili e politici. L’essere presidente è incompatibile con qualsiasi altra carica. Il mandato dura sette anni.”- Principia l’avvocato Ferrante.-

“Le funzioni del Presidente della Repubblica sono sintetizzate nel fatto che egli rappresenta l’unità nazionale. Egli invia i messaggi alle Camere, indice l’elezione delle Camere e fissa la prima riunione. Autorizza la presentazione alle camere dei disegni di legge, promulga le leggi, i decreti e i regolamenti. Indice i referendum nei casi previsti dalla costituzione.”- Afferma.-

“Inoltre egli ratifica i trattati nazionali e riceve i rappresentanti diplomatici. Il Capo dello Stato ha il comando delle forze armate e presiede il Consiglio Supremo di Difesa, nonché il Consiglio superiore della Magistratura.”- Dice l’avvocato, illustrando quali sono le funzioni del presidente.-

“Il presidente della Repubblica, inoltre, può concedere delle grazie. O anche commutare le pene e può conferire le onorificenze della Repubblica. Rientra nelle funzioni del presidente anche sciogliere le Camere.”- Spiega la Ferrante.-

“Il capo dello stato non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni. Salvo che in due casi: alto tradimento o attentato alla costituzione. In queste due evenienze, il presidente è messo in stato di accusa dal parlamento in seduta comune.”

Poteri del Presidente della Repubblica in Italia

Viste e analizzate le diverse funzioni del Presidente della Repubblica, è importante ricordare e sottolineare quali sono i suoi poteri principali. Per quanto sia una figura fortemente simbolica, eletta dai rappresentati di tutto il Paese, il Presidente ricopre notevoli ruoli. Egli partecipa come coordinatore e supervisore all’esercizio di tutti i poteri.

Innanzitutto, il Capo dello Stato nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di quest’ultimo, i ministri. Inoltre nomina, nei casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato.

Come abbiamo visto è lui a inviare messaggi alle Camere e a scioglierle. Ed è sempre lui che indice le elezioni delle nuove Camere e fissandone la prima riunione. Il presidente non solo promulga le leggi. Ma emana anche i decreti avente valore di legge e regolamenti.

Al Presidente della Repubblica spetta il diritto di essere senatore e a vita. Durante il suo mandato, egli può nominare senatori a vita alcuni cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario.

Funzioni e poteri del presidente della repubblica italiana per punti

Adesso sembra essere chiaro quale sia il ruolo del Presidente della repubblica, le sue funzioni e i suoi poteri. Riassumiamo per punti chiave:

  • può inviare messaggi alle Camere e può indire le elezioni delle nuove Camere;
  • fissa la prima riunione delle nuove Camere;
  • autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge prodotti dal governo;
  • promulga le leggi ed emana decreti con valore di leggi;
  • nei casi previsti dalla Costituzione, indice il referendum dello Stato;
  • ratifica dei trattati internazionali;
  • ha il comando delle Forze Armate e presiede il Consiglio supremo di difesa;
  • dichiara lo stato di guerra;
  • è presidente del Consiglio superiore della magistratura;
  • ha potere di concedere la grazia e commutare le pene e di conferire le onorificenze;
  • nomina il presidente del consiglio dei ministri;
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto