• Rossetto
  • Gelisio
  • Mazzone
  • Quaglia
  • De Luca
  • Andreotti
  • Meoli
  • Napolitani
  • Miraglia
  • Valorzi
  • Santaniello
  • Ferrante
  • Rinaldi
  • Liguori
  • Alemanno
  • De Leo
  • Falco
  • di Geso
  • Quarta
  • Antonucci
  • Chelini
  • Gnudi
  • Coniglio
  • Romano
  • Romano
  • Leone
  • Grassotti
  • Catizone
  • Bonetti
  • Crepet
  • Scorza
  • Cocchi
  • Boschetti
  • Dalia
  • Algeri
  • Paleari
  • Cacciatore
  • Carfagna
  • Bruzzone
  • Baietti
  • Bonanni
  • Califano
  • Ward
  • de Durante
  • Pasquino
  • Buzzatti
  • Barnaba
  • Casciello
  • Tassone

Chi è Antonio Buonanno: età, altezza, moglie, figli, film e fiction

Letizia Liguori 2 Marzo 2022
L. L.
23/05/2022

Si chiama Fernando Cerullo nella serie L'amica Geniale, ecco chi è Antonio Buonanno nella vita privata: età, fisico, altezza, peso, origini, moglie, figli, film, fiction e serie tv.



Nel 2010 è per la prima volta in televisione, con piccoli ruoli prima nella serie “Romanzo criminale 2” regia Stefano Sollima. Nello stesso anno è in “La squadra 3” e nel 2017 partecipa alla fiction “Non uccidere 2” diretta da Lorenzo Sportiello. Nel 2020 è nella fiction “Vivi e lascia vivere” al fianco di Elena Sofia Ricci per la regia di Pappi Corsicato.

Nel 2012 è nel cortometraggio pluripremiato “Non sono nessuno” diretto da Francesco Segrè.

A partire dal 2018 è nella serie “L’Amica Geniale” dove interpreta il padre di Lila (Gaia Girace), Fernando Cerullo.

Nel 2021 lo vediamo nella fiction “Mina Settembre” di Tiziana Aristarco come protagonista di episodio nel ruolo di Salvatore Ausiello. Interpreta un uomo che ha intenzione di farla finita  poiché si trova in gravi difficoltà economiche, senza lavoro, e rischia lo sfratto. Inoltre, soffre per la lontananza dei suoi tre figli, affidati all’ex moglie. Riguardo quest’esperienza l’attore dichiara “il progetto era interessante, bello” -continua- “il rischio quando si interpreta un personaggio è di renderlo bidimensionale, la sfida è di riconsegnarlo scenicamente credibile”. 

Ma a raccontarci di lui non sarà solo la sua filmografia, fiction e film, Antonio Buonanno chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, se ha una moglie, sarà lui stesso a raccontarcelo in questa piacevolissima intervista.

Chi è Antonio Buonanno oggi: biografia, età, altezza, peso, fisico, origini, moglie, figli e vita privata dell’attore.

Per mettere a fuoco la sua biografia e sapere chi è Antonio Buonanno, Instagram, Facebook e Twitter ci aiuteranno innanzitutto a conoscere età, altezza, peso, fisico, origini, dove vive, moglie, figli e vita privata dell’attore.

Nasce a Napoli l’8 giugno 1971 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 170 cm  e pesa 70kg.

L’attore dall’energia coinvolgente e dallo sguardo tenebroso, ci cattura sin dal primo fotogramma grazie al suo talento.

É molto legato alle sue origini, difatti tutt’oggi vive ancora a Napoli, non ha mai lasciato la sua città.

Il profilo Instagram di Antonio Buonanno è seguito attualmente da circa 4.000 followers. Condivide con i suoi fan foto del set e del suo amato cane.

Traspare durante l’intervista la passione per questa professione. La gioia e la curiosità del set, del palco, della conoscenza con il regista, dell’interesse per la sceneggiatura. Ci dice “credo che sia fondamentale avere sempre questa esigenza nel momento in cui non dovesse più esserci, non penso sia possibile continuare a fare questo lavoro”.

Ha partecipato nel 2022 al corto della giovanissima regista Angela Bevilacqua, “Buon Compleanno Noemi”. Non è ancora visibile al pubblico ma è di certo un eccellente prodotto data la selezione al Cortinametraggio, festival molto rinomato. In merito a ciò l’attore afferma “è un progetto al quale tengo molto, speriamo bene e incrociamo le dita e che faccia un bel percorso”.

Di sé stesso ci confida che è un grande appassionato d’arte, non solo quella di sua competenza ma anche di altro. Ad esempio la danza: “se vedo una coppia di ballerini che mi emoziona, ne sono entusiasta.”

Per quanto riguarda la vita personale e sentimentale l’attore tiene alla sua privacy. Sappiamo che è stato sposato, ma non conosciamo il nome della moglie Antonio Buonanno, con cui ha avuto una figlia, come detto ci tiene alla sua privacy.

Formazione e titoli di studio dell’attore Buonanno

Se moltissimi lo conoscono nei panni di Fernando Cerullo nella serie L’amica Geniale, Antonio Buonanno chi è oggi professionalmente, non tutti lo sanno. Scopriamolo insieme a lui facendoci raccontare meglio attraverso la sua formazione come ha compiuto i primi passi nel mondo della recitazione e dello spettacolo.

Diplomato nel 1990 al liceo scientifico e tre anni dopo vinse una borsa di studio presso l’Accademia D’Arte Drammatica del Teatro Bellini a Napoli dove ha studiato per tre anni conseguendo poi il diploma.

Ha iniziato a lavorare da subito, debuttando a teatro sin dal secondo anno d’Accademia.

Ma aveva voglia di continuare gli studi così si laurea in Scienze politiche nell’indirizzo storico.

La sua vita artistica e lavorativa è stata prettamente teatrale ormai sono trent’anni che solca palcoscenici, in tantissime messe in scena teatrali. Lavora con registi come Mirko di Martino, M. Palumbo, Lello Serao, Luigi De Filippo, Rosario Ferro e Mario Scarpetta solo per citarne alcuni. L’esordio a teatro arriva nel 1993 con “Ifigenia in Aulide” per la regia di Mario Santella.

Filmografia, film, fiction e serie tv: Antonio Buonanno chi è oggi in tv

Dal teatro alla televisione chi è Antonio Buonanno oggi in tv possono testimoniarcelo le fiction di successo, serie tv a cui ha partecipato. Conosciamolo approfonditamente nel personaggio del padre di Lila nell’Amica Geniale, e poi come persona oltre che come personaggio.

Fernando Cerullo è un uomo del suo tempo che rispecchia lo stereotipo del “padre padrone” aggressivo che deve farsi rispettare. É vittima dei suoi errori, del luogo d’origine e della sfortuna. L’attore ci racconta che l’aspetto più difficile da affrontare è stato quello della violenza domestica cercando di non far venire fuori “un orco cattivo”. “Tutte le azioni violente dovevano nascere dalla sua enorme frustrazione: questa era la sfida” dichiara. L’interpretazione ha dato  umanità al personaggio “non lo si riesce a detestare del tutto, un poveraccio nell’ animo, un perdente ma la sua non è una cattiveria ragionata.

Com’è stato interpretarlo? “Bellissimo, è un personaggio complesso, pieno di frustrazioni, di dolore, di emozioni negative. Ho colto l’archetipo della tragedia greca, del contrasto tra genitori e figli, cercando di renderlo credibile.”

Come definirebbe l’esperienza sul set dell’Amica Geniale? “Ho avuto la fortuna di lavorare come a teatro. Prima di iniziare le riprese abbiamo fatto una serie di incontri preparatori, cosa abbastanza rara sui set. Ciò ha permesso di intessere relazioni che sono la base per un buon progetto”.

Se potesse scegliere un regista con cui lavorare in una serie tv, fiction o film, Antonio Buonanno chi sceglierebbe? “Per quanto riguarda il cinema sceglierei Paolo Sorrentino, che tra l’altro è produttore esecutivo dell’Amica Geniale, sono sempre stato un fan dei suoi film. Per il teatro mi piacerebbe tantissimo riuscire a lavorare con Valerio Binasco.”

Cosa sognava di fare da bambino? “A dieci anni sognavo di fare il chirurgo. Mia madre però mi ha sempre portato a teatro. Vivevo la magia degli attori: mi sembravano irreali” -continua- ” attraverso compagnie amatoriali ho scoperto la gioia del palcoscenico che diventa interesse, tramuta in passione, poi in esigenza, trasformandosi nel tuo lavoro.”

Solitamente si rivede? “Sì, è sempre strano. Non riesci mai ad essere oggettivo: vedi un altro te, come quando registri la tua voce e non la riconosci. Mi rivedo un po’ per soddisfazione e anche per avere la sorpresa del montaggio, è importantissimo per la resa del prodotto finale.”

Ha degli idoli? “Ho amato tantissimo Gigi Proietti, è stato forse uno dei motivi per cui ho intrapreso questo percorso. Poi il mito di Maradona, ma in generale i grandi talenti mi affascinano.”

Anagrafica Principale
Nasce a Napoli l'8 giugno 1971 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 170 cm  e pesa 70kg. Attore di teatro formatosi presso L'Accademia D'Arte Drammatica del Teatro Bellini a Napoli. Esordisce nel 2010 in televisione in “Romanzo criminale 2” poi “La squadra 3” , “Non uccidere 2”, "Vivi e lascia vivere" e "Mina Settembre". Noto per L'Amica Geniale nel ruolo di Fernando Cerullo.
Nome e CognomeAntonio Buonanno
Data di nascita08/06/1971
Luogo di nascitaNapoli
ProfessioneAttore
Anagrafica Principale
Nasce a Napoli l'8 giugno 1971 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 170 cm  e pesa 70kg. Attore di teatro formatosi presso L'Accademia D'Arte Drammatica del Teatro Bellini a Napoli. Esordisce nel 2010 in televisione in “Romanzo criminale 2” poi “La squadra 3” , “Non uccidere 2”, "Vivi e lascia vivere" e "Mina Settembre". Noto per L'Amica Geniale nel ruolo di Fernando Cerullo.
Nome e CognomeAntonio Buonanno
Data di nascita08/06/1971
Luogo di nascitaNapoli
ProfessioneAttore
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto