Ultimo articolo delle 14:55 a cura di Redazione Controcampus
lunedì, 1 settembre 2014
9 gennaio 2014
 

Cannabis in Italia dal 2013: legalizzazione cannabis, si o no?

È in corso in questi giorni il dibattito sulla legalizzazione delle droghe leggere in Italia teso a scardinare una cultura del proibizionismo che, secondo alcuni esponenti politici, avrebbe fallito, rappresentando fino ad oggi il volano del commercio dei narcotrafficanti.

Cannabis

Cannabis

Ci si chiede se sia davvero la legalizzazione la strada per combattere questo fenomeno, oppure se una maggiore facilità di fruizione di droghe leggere sarà il lasciapassare per un accesso a quelle pesanti.

La questione è aperta, la politica si spacca in due tra sostenitori ed oppositori, ma centrale resta anche il problema salute.

Il fallimento del proibizionismo. “Credo valga la pena cominciare a parlarne seriamente. Il proibizionismo ha fallito”, dichiara Gianni Fava, che con un semplice tweet ha dato il via al dibattito. L’assessore della Lega Nord, che con la sua dichiarazione stava semplicemente commentando l’articolo uscito su La Stampa a proposito della legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti, dove per effetto dei referendum, è possibile acquistare la droga leggera nei coffee shop, ha parlato di “un’opinione a titolo personale, che non impegna in alcun modo la Lega”.

Tra le fila dei pro-legalizzazione rientra in primis Nichi Vendola, leader del Sel, che ha rinforzato la posizione di Fava a proposito del fallimento del proibizionismo, dichiarando che finora ha rappresentato solo “la manna dal cielo per i narcotrafficanti”.

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Gli oppositori alla legalizzazione della cannabis. Sul versante opposto c’è il segretario del partito democratico e sindaco di Firenze Matteo Renzi che contesta lo stop al proibizionismo proposto dalla Lega: “ è una cosa schizofrenica” – afferma – “perché la Lega votò la Fini-Giovanardi che ha cancellato la distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti.

Prima cambiamo questa leggiaccia, andiamo con ordine”, precisa Matteo Renzi, il quale propone di fare un passo alla volta sulla questione legalizzazione si o legalizzazione no ovvero prima di passare alla liberalizzazione della cannabis.

Luigi Marconi

Luigi Marconi

La proposta di Manconi a favore della cannabis. Il presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, Manconi, ha invece già presentato un disegno di legge a favore della depenalizzazione che prevede: “non punibilità della coltivazione per uso personale di marijuana e della cessione di piccoli quantitativi dei derivati della cannabis finalizzata all’immediato consumo personale”. Nel ddl si prevede poi il ripristino della distinzione del trattamento sanzionatorio tra droghe leggere e droghe pesanti, con una riduzione delle pene per le prime, fino alla completa cancellazione delle sanzioni amministrative per i consumatori dei derivati della cannabis.

Ma ancora, a controbilanciare in senso opposto il blitz di Manconi, c’è la deputata Pd Donata Lenzi, capogruppo della Commissione Affari Sociali che sottolinea la necessità di una legislazione che “consenta di superare l’assurda criminalizzazione dell’uso della cannabis che fino ad oggi, oltre a contribuire al drammatico sovraffollamento delle carceri, ha addirittura favorito la diffusione delle droghe pesanti”.

Cannabis

Cannabis

A respingere la proposta di legalizzazione della cannabis infine ci sono diversi esponenti del centrodestra, come Salvatore Carugo, presidente della Commissione Affari Istituzionali del Pirellone, che sulle proposte leghiste in materia di regolamentazione della prostituzione e di legalizzazione della cannabis si è scagliato contro chiedendosi: “case chiuse, droghe aperte….ma dove stiamo andando?”

Anche sul web, facebook e twitter, sorgono polemiche in merito: alcuni vedono nella legalizzazione delle droghe leggere e della cannabis una possibilità di apertura, altri no, altri si domandano che non ci siano interessi politici dietro.

Il Ministero della Salute, il suo punto di vista sulla cannabis.  

Nel dibattito in corso infine a dire la sua è anche la sanità che a sua volta si divide in due, tra medici che ne promuovono gli effetti terapeutici e medici che invece ne evidenziano gli effetti dannosi.

Intanto, sul sito del Ministero della Salute, si può leggere nel documento “la nostra salute”, il testo in cui vengono spiegati gli effetti dannosi legati al consumo della cannabis:

“la cannabis, usata oggi da almeno 1 giovane su 5, è tutt’altro che innocua, anzi, ha effetti nocivi (…). I derivati della cannabis (marijuana e hashish) hanno un’ampia gamma di effetti nocivi. Danneggiano l’apparato respiratorio e immunitario, causano tachicardie e mal di testa. Inoltre queste sostanze influiscono sulla memoria e sulla capacità di concentrazione, riducendo la coordinazione e la prontezza di riflessi. L’assunzione in dosi elevate può generare paranoie e manie di persecuzione. Se consumata per lunghi periodi, può dar luogo alla sindrome amotivazionale, un disturbo caratterizzato da distrazione, apatia, riduzione delle attività, compromissione del giudizio e delle abilità comunicative”.

Se dunque la salute viene prima di tutto, che sia questa a dire l’ultima parola sul dibattito in questione. Forse sarà necessario continuarne a discutere per capire se esistono ulteriori soluzioni che mentre mettono un freno al fenomeno del commercio illegale di droghe, allo stesso tempo non compromettono la salute dei cittadini.

Cecilia Capri

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

 


Ricerca Articoli

Ricerca Appunti

Ricerca Annunci

Ricerca

Animale Selvatico e Animale Domestico: differenze, ...

Università di Bologna - Uno studio internazionale, incentrato sui conigli, getta nuova luce su un tema di cui sappiamo ancora molto poco: le mutazioni genetiche che ...

Erasmus

Erasmus: Bando per borse Erasmus+ per la mobilità di ...

Università degli Studi di Perugia - Bando per borse Erasmus+ per la mobilità di studenti Erasmus Le domande per per borse Erasmus+ entro le ore 12 del 7 aprile ...

Arts & Entertainment

Cultura
Anita Nair: libri, biografia e vita ...

"Da quando ho pubblicato il mio romanzo “Come lacrime nella pioggia”, ambientato ...

Spettacoli
Premio Charlot 2014: XXVI Edizione ...

XXVI Edizione Premio Charlot. Mercoledì e giovedì la prima edizione de “Il Monello” ovvero ...

Eventi
Marcia per la Pace 2014 Perugi ...

1914-2014: a cento anni dalla grande guerra, un appello per lo ius ad pacem dalla Marcia per la ...

Cinema
Suor Cristina, The Voice 2014: ...

Suor Cristina vince The Voice 2014, la suora canta "Lungo la Riva" di Neffa e conquista pubblico ...

Associazioni

Part Time Unisalento: studenti part time, un miraggio ...

Università del Salento - "Come Link Lecce esprimiamo forte preoccupazione per la mancata pubblicazione della terza parte del Manifesto degli Studi per l’a.a. ...

Sport

Unipr Racing Team di Università di Parma alla Formula ...

Università degli Studi di Parma - Unipr Racing Team dell’Università di Parma alla decima edizione di Formula SAE & Formula Electric Italy, all’Autodromo ...