• Google+
  • Commenta
23 novembre 2015

Concorso Scuola 2015-2016: novità nuovo bando Miur

Ultime novità sul concorso scuola 2015-2016 atteso nuovo bando Miur, i non abilitati saranno esclusi, ma non saranno gli unici a non avere i requisiti per partecipare.

Si attendono per la fine di novembre novità riguardanti il prossimo concorso scuola 2016, che dovrebbe garantire oltre 63mila assunzioni.

Per sapere cosa studiare in vista delle prove bisognerà attendere il bando ufficiale.

Vediamo quali sono le informazioni utili e le indiscrezioni che anticipano le prossime assunzioni scuola.

Come anticipato da Stefania Giannini, al momento restano ufficiali le ultime notizie sul bando del concorso scuola 2015/2016, atteso per il primo dicembre. Confermata l’esclusione dei non abilitati, potranno partecipare coloro i quali si trovavano nelle GI soltanto se abilitati.

Per chi rientra nella III fascia dovrà dunque attendere nuove leggi delega che disciplinino regole e modalità differenti per le assunzioni, non contemplate al momento dalla Buona Scuola di Renzi.

Per il prossimo concorsone scuola 2015/2016 il Miur prevede di assumere oltre 63.000 docenti. In particolare i posti disponibili sono 63.700, così suddivisi: 16.300 per la scuola secondaria di secondo grado o superiori, 15.900 per la scuola primaria o elementari, 13.800 per la suola secondaria di primo grado o scuole medie e 6.800 per la scuola dell’infanzia. Mentre i restanti 10.900 posti saranno destinati all’immissione in ruolo degli insegnanti di sostegno, come previsto dalla Legge 107/2015.

Prosegue dunque la riforma della Buona Scuola e lo scopo della Legge 107/2015 sembra proprio quello di eliminare la figura degli insegnati precari. Nonostante le continue polemiche sollevate sia dalla politica che dagli insegnati di ruolo stessi, l’operato del governo nei fatti ha trovato largo consenso, come testimonia il 93% delle persone che hanno accettato la proposta di assunzione scuola 2015 nella fase C del precedente maxi concorso del 2015.

Concorso scuola 2016: requisiti e novità assunzioni previste nel bando del Miur

Il nuovo concorso scuola del Miur assegnerà 63.700 nuovi posti, nell’arco complessivo di tre anni. Mediamente saranno dunque assunti oltre 20 mila docenti l’anno, che in buona parte andranno a soddisfare le esigenze del turnover. Al momento sembrerebbe confermato che fino al 2019 non sono previsti nuovi concorsi per la scuola.

Ricordiamo infatti che era dal 2012 che non venivano banditi nuovi concorsi pubblici, e con il bando del 2012 il governo ha garantito l’immissione in ruolo di circa 12mila assunzioni.

Tra i requisiti per partecipare al nuovo concorso scuola 2016 c’è l’iscrizione nella II fascia delle Graduatorie di istituto (docenti abilitati ma non iscritti nelle Graduatorie a esaurimento); abilitazione TFA (Tirocinio Formativo Attivo); l’abilitazione PAS (Percorso Speciale Abilitante), nonché la Laurea in Scienze della formazione primaria. L’abilitazione resta dunque tra i requisiti necessari per accedere alla selezione.

Poi, dopo aver superato con successo le prove, la differenza la farà anche il peso dei punteggi attribuibili ai propri titoli curriculari. Fra i titoli valutabili in termini di maggiore punteggio, c’è il titolo di abilitazione all’insegnamento ottenuto a seguito sia dell’accesso ai percorsi di abilitazione tramite procedure selettive pubbliche per titoli ed esami, sia del conseguimento di laurea magistrale o laurea a ciclo unico. Ma anche l’aver prestato servizio a tempo determinato negli istituti scolastici statali per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni offre maggiori possibilità di superare la selezione con un punteggio superiore. Per le conferme ufficiali è necessario attendere la pubblicazione della tabella di valutazione.

Le prove previste per le assunzioni scuola 2015-2016

Al momento ancora non è stata confermata l’abolizione della prova selettiva, almeno per quanto riguarda gli insegnati della scuola secondaria di I e II grado (scuole medie e superiori). Sembra sempre di più accreditata la tesi secondo la quale ci sarà una prova scritta ed una orale che prevederanno la simulazione di una lezione davanti alla commissione esaminatrice.

Sarebbe confermata, invece, una prova di accesso preselettiva del concorso scuola 2015/2016 per la scuola d’infanzia, dove un ulteriore ostacolo è rappresentato anche dal requisito della conoscenza della lingua inglese. Qualora prevista, la prova di accesso consisterà in 60 domande a risposta multipla.

Riguardo, invece, alla prova scritta, quasi sicuramente sarà svolta con l’ausilio del computer, ed avrà l’obiettivo di valutare sia le conoscenze, sia le capacità di svolgere una lezione. Per la prova orale è previsto un colloquio che dovrà evidenziare anche le competenze informatiche e linguistiche dell’insegnante.

Stando ai primi dati ufficiali, i candidati per le assunzioni scuola 2015-2016saranno circa 250mila la selezione inizierà già nei primi mesi della primavera 2016, e porterà alle prime assunzioni già a partire da settembre 2016.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy