• Google+
  • Commenta
7 aprile 2003

Reti di solidarietà

Internet non è solo il luogo della pornografia a buon mercato dell’e-commerce.
Sebbene molti facciano di questa tecnologia l’emblema di una globalizInternet non è solo il luogo della pornografia a buon mercato dell’e-commerce.
Sebbene molti facciano di questa tecnologia l’emblema di una globalizzazione feroce che ha come suo principale interesse quello di garantire transazioni di moneta e di merci all over in the world, alle sue origini Internet si è fatta strumento di un’altra globalizzazione, finalizzata alla libera circolazione di idee, conoscenze, informazioni, per rendere possibile una rete di cooperazione e collaborazione che desse a chiunque la possibilità di poter partecipare ed usufruire del patrimonio culturale di tutta l’umanità.
Infatti questa tecnologia nasce negli anni settanta col nome di ARPANET da un progetto di ricerca del dipartimento della difesa USA e nonostante le sue finalità belliche ( garantire un flusso di informazioni anche in caso di attacco nucleare) trovò sempre più adesioni da parte delle scuole e delle università di tutto il mondo, tanto che nel 1983 si arrivò alla definitiva separazione tra la rete militare (MILnet) e l’odierna Internet.
Quando poi all’inizio degli anni 90 si diffuse il WWW, che rese Internet molto più accattivante graficamente e semplice da utilizzare, la rete fu presa d’assalto da ogni tipo di organizzazione commerciale considerandola uno strumento pubblicitario dalle illimitate potenzialità.
Questo forse è il prezzo di una maggiore accessibilità al mezzo che in questo modo diviene anche sempre più democratico, non solo nelle sue modalità di fruizione ma anche come veicolo di informazioni necessarie per costruire scelte politiche consapevoli e modelli alternativi ai quali riferirsi.
Infatti in Internet operano anche tante associazioni che sfruttano la potenza comunicativa di questo media, per creare una nuova sensibilità sociale, descrivono modi concreti di agire e spesso svelano quei retroscena che l’informazione ufficiale e condizionata vuole tenere nell’oscurità.
Ecco alcuni dei loro siti:
WWW.MANITESE.IT

Mani Tese è un organismo non governativo di cooperazione allo sviluppo, opera dal 1964 a livello nazionale ed internazionale per favorire l’instaurazione di nuovi rapporti fra i popoli, fondati sulla giustizia, la solidarietà, il rispetto delle diverse identità culturali. Per tradurre in pratica i suoi principi Mani Tese realizza progetti di solidarietà nel Sud del Mondo e svolge una costante opera di informazione, di educazione allo sviluppo e di pressione politica.
All’interno del sito potrete trovare una dettagliata descrizione di tutti i suoi progetti, come vengono organizzati e finanziati e quale impatto hanno avuto.
Inoltre sono presenti dossier e reportage su tematiche di interesse sociale come lo sfruttamento del lavoro minorile e tante proposte per chi volesse impegnarsi concretamente o seguire corsi di formazione.
Da segnalare la campagna per il consumo critico e la proposta di legge per “Acquisti trasparenti” , un modo per cambiare qualcosa semplicemente facendo la spesa!!!

WWW.RETELILLIPUT.ORG

La Rete di Lilliput è un coordinamento di molteplici organizzazioni e associazioni attive soprattutto a livello sociale che uniscono le loro forze come tanti piccoli lillipuziani per avere un impatto presso le istituzioni nazionali e internazionali.
Il sito si presenta ricchissimo di documenti riguardanti l’attività degli organismi economici internazionali (Banca mondiale, WTO, Fondo Monetario) e quali ripercussioni avranno le decisioni prese in queste sedi,
il debito del sud del mondo, il commercio di armi e farmaci, proposte di legge e petizioni; inoltre ha un’ottima sezione “Collegamenti” per chi volesse cercare ulteriori approfondimenti e offre servizi di mailing-list e work-group per chi volesse tenersi continuamente informato.
Da segnalare gli aggiornamenti da Porto Alegre sulle attività del World Social Forum.

WWW.UNIMONDO.ORG

Si definisce “Supersito interculturale per lo sviluppo umano sostenibile” e se il nome può sembrare un po’ pretenzioso vi posso assicurare che invece lo rispecchia benissimo.
Offre una rassegna semplicemente impressionante e illimitata di news, documenti, ricerche, reportage e dossier, su un numero elevatissimo di argomenti che vanno dall’immigrazione, all’ecologia, allo sviluppo sostenibile, al conflitto israelo-palestinese, alla tutela dei diritti umani e potrei andare avanti ancora per molto.
Inoltre segnala molteplici eventi socio-culturali come mostre, rassegne cinematografiche e pubblicazioni editoriali. Ed è ottima anche la sezione dedicata alle iniziative, campagne e progetti in corso.
Infine un chicca: una serie di corsi di formazione per chi volesse creare un’impresa sociale.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy