• Google+
  • Commenta
29 ottobre 2003

JUVE: Il segreto dell’eterna giovinezza

Ancora doppiette,dopo quelle di Del Piero al Galatasaray e di Nedved all’Olympiakos, stavolta è il turno di Di Vaio e Trezeguet, che annientano la ReaAncora doppiette,dopo quelle di Del Piero al Galatasaray e di Nedved all’Olympiakos, stavolta è il turno di Di Vaio e Trezeguet, che annientano la Real Sociedad e mettono, quasi sicuramente, in tasca la qualificazione agli ottavi di Champions con netto anticipo. Bella, vincente, spietata, quadrata, scatenata: queste la caratteristiche della Juve 2003/2004, che detiene il primato in Campionato e Champions. Caratteristiche che accompagnano la Vecchia Signora da più di cento anni. Sembra ironico il termine “vecchia” associato ad una squadra che, nonostante abbia vinto tutto ciò che una società di calcio possa vincere (l’ultimo trofeo ancora mancante, la Supercoppa di Lega, è stato aggiunto nel ’95-’96) , continua a collezionare successi con l’entusiasmo di una squadra appena formatasi. Mai, probabilmente, il gruppo di giovani del Liceo D’Azzeglio di Torino, che secondo la leggenda decisero di fondare nel 1900 una società sportiva con lo scopo di giocare a pallone, avrebbe potuto immaginare che la loro Juventus F.C., nata per gioco, sarebbe entrata nel mito del calcio (27 scudetti, 2 Coppe dei Campioni, 3 Coppe Uefa, 9 Coppe Italia… ). In Champions la Juve, insieme con il Real Madrid, sono le uniche squadre a punteggio pieno nei rispettivi gironi (d-f). Milan, Inter e Lazio, così come in Campionato, anche in Champions stentano a tenere il passo dei bianconeri. Nonostante l’assenza di Del Piero e Legrottaglie, fermi per infortunio, la Juve non si piega neanche per un secondo. Questo grazie al turnover, l’arma vincente della Juve di quest’anno: solo 4 giocatori su 25, per infortuni, non sono stati utilizzati da Lippi in questo avvio di stagione; e tutti i sono dimostrati all’altezza di una squadra che ha vinto il suo primo scudetto nel 1905 e da allora non si è più fermata. Nonostante l’obiettivo di quest’anno sia la Champions League, i bianconeri non sembrano intenzionati a lasciar spazio in Campionato. Dopo la vittoria col Brescia, la Juve, insieme solo con il Milan, ha cominciato la volata con già quattro punti di vantaggio sulla seconda (la Roma) . Sono proprio Milan e Roma le due squadre che la Signora tenterà di allontanare prima della sosta, approfittando proprio dello scontro diretto con i rossoneri dell’uno novembre e delle gare contro Udinese e Modena. Chi ama il calcio non può non ammirare una squadra che, nonostante le numerose polemiche che tentano di infangare i suoi colori, riesce a non fallire mai. Chissà, forse saranno proprio icolori bianconeri, ai quali la società passò nel 1903 (prima la maglia era rosa) , per un’errata spedizione in Inghilterra, che consegnarono alla Juve il primo scudetto nel 1905 e che da allora continuano a dispensare successi.
Simona Di Gennaro

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy