• Google+
  • Commenta
21 ottobre 2003

Pirlo tiene il Milan in testa. Veementi proteste della Lazio per un gol annullato sullo 0-0.

Nel posticipo della sesta giornata di serie A Il Milan si impone sulla Lazio, ma a tenere vivo il dopo- partita sono soprattutto le polemiche su un goNel posticipo della sesta giornata di serie A Il Milan si impone sulla Lazio, ma a tenere vivo il dopo- partita sono soprattutto le polemiche su un gol annullato a Stankovic. A Milano i biancocelesti sono alla ricerca di un successo al Meazza che non arriva dal 1989. Ancelotti conferma Kakà e punta a raggiungere la Juve, vittoriosa sabato ad Ancona. L’ingresso in campo è tutto dedicato ad Alberini, che torna per la prima volta al San Siro da ex e saluta i suoi vecchi tifosi con uno striscione apposto in curva Nord. La prima mezz’ora è equilibrata e senza grosse emozioni; le due formazioni coprono il campo in maniera ordinata e diligente. Senza esito i pochi tentativi dei rossoneri di impensierire gli ospiti, poi al 18’ la triangolazione Stankovic- Corradi- Stankovic che porta il serbo al gol, ma l’arbitro Racalbuto annulla in seguito ad una segnalazione di fuorigioco del guardalinee Puglisi. La decisione dell’assistente è inspiegabile: Stankovic, al momento della restituzione del passaggio da parte dell’ariete laziale, è nettamente dietro la linea dell’offside. Dopo l’episodio, la squadra di Mancini si spegne e in mezzo al campo salgono in cattedra Gattuso e Pirlo. Il primo fornisce la solita prova grintosa e impeccabile, il fantasista inventa e conclude al 37’ l’azione della rete che si rivelerà decisiva. Nella ripresa Mancini tenta la rimonta, conjcludendo l’incontro con quattro punte. Nonostante ciò, escluso un vacuo tentativo di Claudio Lopez, le occasioni sono tutte per i campioni d’Europa. Pancaro al 53’, Gattuso al 54’, Kakà al 74’ e Shevchenko al 76’ mettono i brividi a Peruzzi, ultimo baluardo di una squadra incapace di reagire alla veemenza dei padroni di casa. Nel finale, inoltre, prima un palo, poi il corpo di Oddo, respingono gli ultimi tentativi milanisti. Detto che la rete di Stankovic poteva cambiare il volto della contesa, la vittoria dei rossoneri è apparsa sostanzialmente giusta, in virtù di una maggiore coesione e dello spirito di gruppo, dimostrati da Pirlo e compagni, che permettono a chiunque scenda in campo di rendere al meglio. Il Milan si conferma in vetta alla classifica con la Juventus e, staccate ulteriormente Inter e Parma, deve guardarsi le spalle dalla sola Roma.

Mario Cipriano

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy