• Google+
  • Commenta
7 ottobre 2003

“Serenamente”…la Serena

Servizio Civile, Obiettori di Coscienza, Servizio Civile Volontario. Su questi argomenti, di cui oggi sempre più si parla, abbiamo intervistato RaffaeServizio Civile, Obiettori di Coscienza, Servizio Civile Volontario. Su questi argomenti, di cui oggi sempre più si parla, abbiamo intervistato Raffaele Colonnese, presidente dell’Associazione di Volontariato “La Serena” di Penta, impegnata nell’emergenza sanitaria e nei servizi sociali, facente parte dell’ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze).

Qual è stato il rapporto fra gli Obiettori di Coscienza e l’Associazione?
Abbiamo avuto diversi ragazzi che hanno svolto il Servizio Civile presso la nostra Associazione, collaborando per 10 mesi in piena sinergia con l’intera Associazione. Di molti di loro ho uno splendido ricordo, se di ricordo si può parlare, visto che quasi tutti hanno voluto continuare questa esperienza restando tra le nostre fila come volontari. Altri, invece, ma per fortuna pochissimi, hanno inteso il Servizio Civile solo come un modo per sfuggire al Servizio Militare, per poi cercare di sfuggire anche allo stesso Servizio Civile.

La Serena e il Servizio Civile Volontario.
Il Servizio Civile Volontario è davvero qualcosa di importantissimo. Consente a ragazzi di ambo i sessi (anche ai riformati alla Leva) di dare il loro contributo alla società. L’Associazione “La Serena” ha presentato il progetto “Serenamente”, col quale ad 8 ragazzi sarà data la possibilità di impegnarsi per 12 mesi nei Servizi Sociali svolti dalla nostra Associazione, quali trasporti scolastici di bambini disabili, emergenza sanitaria, assistenza a manifestazioni e gare. Dopo che il nostro progetto sarà stato ratificato sulla Gazzetta Ufficiale, sarà lanciato un bando di gara per la scelta di questi 8 ragazzi; tale scelta sarà svolta da un’apposita commissione esaminatrice composta dal responsabile del progetto “Serenamente”, da alcuni membri interni all’Associazione e da un rappresentante regionale dell’ANPAS. La paga per ognuno di questi otto ragazzi sarà di circa 400 Euro. Ma questo è solo l’inizio: abbiamo già in mente altri progetti che a breve presenteremo perché ci sono tante persone che necessitano di numerosi servizi che sarebbero troppo onerosi per gli Enti preposti ad erogarli.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy