• Google+
  • Commenta
10 novembre 2003

…Aggiungi un posto a tavola…

Si è sollevato, negli ultimi tempi, un problema piuttosto sgradevole, circa la chiusura della mensa ubicata alla facoltà di Scienze naturali matem

Si è sollevato, negli ultimi tempi, un problema piuttosto sgradevole, circa la chiusura della mensa ubicata alla facoltà di Scienze naturali matematiche e fisiche di Lancusi.
La struttura risente del suo stato di deterioramento ed eventuali ristrutturazioni sarebbero incompatibili con gli imminenti tempi di trasferimento da Lancusi all’ateneo di Fisciano; inoltre i costi, risulterebbero alquanto esosi.
L’Edisu, ha ovviato al problema mettendo a disposizione una navetta gratuita, che nell’ora di pranzo trasporterà gli studenti da Lancusi alla mensa di Fisciano. Inoltre, sono già previste otto aule per gli studenti di Scienze che accelera, in qualche modo, il loro definitivo trasferimento in ateneo. Ad un atteggiamento piuttosto ostile da parte dei vertici alti della facoltà di Scienze…l’Edisu ha dato un’altra riposta! Saranno distribuiti i cestini-mensa al bar della facoltà di Lancusi e a breve si cercherà di prolungare l’orario di apertura della mensa di Fisciano per agevolare gli spostamenti e trovare una sorta di mediazione con gli orari dei corsi. Ma anche questa soluzione sembra non essere piaciuta agli “scienziati”. Poiché il ruolo di un mezzo di comunicazione, e nel nostro caso specifico, di informazione, è quello di cercare la verità e riportarla in tutte le sue sfaccettature senza dare giudizi ne creare personalismi, ci sembrava giusto, sentire anche la voce di chi si ostina a rifiutare “l’invito a pranzo”. All’insistenza delle nostre telefonate, ci ha sempre risposto una voce rassegnata, poco convincente e forse anche infastidita, la quale non ha saputo dirci altro che: “Provate domani…può essere che…”. Abbiamo cercato anche di spiegare il problema ma la risposta è stata: ” Capisco…Provate domani…può essere che…”. Noi ci auguriamo di poter approfondire il problema nel prossimo numero, e magari riuscire a svolgere il nostro lavoro con un poco più di considerazione da parte di chi, forse non ha ancora la consapevolezza di quanto sia importante comunicare con noi per poter comunicare con gli altri, soprattutto se c’è chi come noi non risponde mai:” Provate domani…può essere che…!”
Laura Muro

Google+
© Riproduzione Riservata