• Google+
  • Commenta
29 novembre 2003

Ancora Sheva

E’ il minuto 52, le maglie della difesa olandese si chiudono, Pirlo si guarda intorno e vede una casacca rossonera nel gruppone. Mettere la palla in qE’ il minuto 52, le maglie della difesa olandese si chiudono, Pirlo si guarda intorno e vede una casacca rossonera nel gruppone. Mettere la palla in quel punto sarebbe come buttarla via . . . . se la casacca in questione non fosse la numero 7 del capocannoniere della SerieA. Andriy Shevchenko stoppa di petto a seguire e fulmina Lobont col mancino. E’ l’unico tiro in porta del Milan nell’arco di tutta la gara, nonostante le occasioni per colpire non siano venute a mancare nei 90’. Rambo Kouman fa per i suoi lancieri una scelta storica: marcatura a uomo per la squadra simbolo del “calcio totale”. Il motivo va ricercato nelle molteplici assenze tra i biancorossi, quali Trabelsi , Van der Vaart, Sonck, cui si aggiunge Ibrahimovic al 40’. Così la coppia d’attacco finisce per essere Litmanen-Mitea, ricca di talento ma priva di consistenza. Due pesi piuma incapaci di pungere costringono i compagni ad affidarsi solo ai calci piazzati nel tentativo di bucare la granitica difesa dei Campioni d’Europa, orfana nell’occasione dello squalificato Alessandro Nesta. Ancelotti stravolge ancora la formazione, che rispetto a Verona vede cinque novità: il Pendolino Cafù, il rientrante Maldini, Seedorf, Kakà ed Inzaghi. Superpippo mostra ancora una forma fisica mediocre, fallendo due facili occasioni a tu per tu col portiere rumeno. I padroni di casa tentano l’affondo con un colpo di testa di De Jong, finito clamorosamente a lato alla mezz’ora. Qualche impreciso tiro da fuori mette i brividi al pubblico dell’ArenA nel finale, poi ad inizio ripresa il gol-partita. Il resto è sterile ed attento possesso palla, con Pirlo magistrale nella sua disarmante incapacità di sbagliare anche i passaggi più difficili. Al fischio finale dell’arbitro, lo svizzero Meier, si scioglie la tensione. Il Milan è qualificato agli ottavi e può preparare l’Intercontinentale in tutta tranquillità, dovendosi occupare solo delle gare con Modena ed Empoli.

Google+
© Riproduzione Riservata