• Google+
  • Commenta
10 novembre 2003

Facoltà di Economia: il docente che non c’è!

Continuano i sondaggi tra gli studenti per identificare le difficoltà nel rapporto tra studente e docente. La Facoltà presa in esame è quella di E

Continuano i sondaggi tra gli studenti per identificare le difficoltà nel rapporto tra studente e docente. La Facoltà presa in esame è quella di Economia dove i dati raccolti si sono rivelati davvero interessanti. Dalle interviste è emerso che, secondo il 35% degli intervistati, i professori si presentano in ritardo solo qualche volta, ma addirittura il 28,5% degli studenti ci ha fatto sapere che si è dovuto recare dalle 2 alle 5 volte presso le stanze dei professori per incontrarli nell’orario di ricevimento. Un dato davvero allarmante che denota una leggerezza da parte dei docenti nel rispettare gli impegni presi nei confronti dei loro studenti. La situazione assume un aspetto ancora più pesante quando si legge che il 17,85% degli intervistati ha dovuto cercare il docente desiderato più di 5 volte. In particolare sono emersi, tra gli introvabili, i professori Pepe e Vitolo che hanno fatto lievitare la percentuale degli studenti che si sono dovuti recare presso le loro stanze anche più di 5 volte. Alla luce di tutto ciò abbiamo incontrato il Preside di Facoltà, il prof. Diomede Ivone, per comunicargli i risultati davvero singolari. Il Preside ci ha gentilmente accolto e, confidando nella buona fede dei dati raccolti, si è mostrato meravigliato di questo “trend”. Il prof Ivone ha tenuto a precisare che gli impegni presi dai docenti con gli alunni devono essere primari agli altri impegni che gli stessi docenti possono avere e in più ha precisato che i docenti dovrebbero avvisare gli studenti in caso di assenza. Il Preside di Facoltà ha fatto presente, inoltre, che la figura di docente è quasi incompatibile con altre figure professionali che gli stessi docenti potrebbero ricoprire e si impegna a tutelare gli interessi degli studenti che sono gli ingranaggi principali del sistema universitario. Noi ringraziamo gli studenti per i dati forniti!
Luigi Bruno

Google+
© Riproduzione Riservata