• Google+
  • Commenta
10 novembre 2003

Facoltà di Scienze Politiche

Intervista al Preside della facoltà di Scienze Politiche, Adalgiso Amendola
Il 50% degli intervistati dichiara che i professori sono “ritardatari”
Intervista al Preside della facoltà di Scienze Politiche, Adalgiso Amendola
Il 50% degli intervistati dichiara che i professori sono “ritardatari” ed il 65% afferma che sono “introvabili” negli orari di ricevimento.
“ Nelle schede di autovalutazione non si fa riferimento all’indicazione di eventuali ritardi o assenze negli orari di ricevimento, quindi noi non eravamo informati in merito al 65%… A ciò ha contribuito sicuramente la dispersione delle aule, da quest’anno invece la Facoltà ha una propria sede. Uno dei problemi ad incontrare i docenti è che questi sono sparpagliati in diversi dipartimenti ed inoltre alcuni docenti preferiscono fare ricevimento non nel proprio studio ma nella stanza di ricevimento del proprio dipartimento, spesso è la sala-biblioteca. Inoltre abbiamo difficoltà a comunicare, agli studenti, l’aggiornamento degli orari di ricevimento. E’ comunque presente il fenomeno che alcuni docenti non prestano la dovuta attenzione al rispetto degli orari… Tra un paio di mesi dovremmo avere nel sito internet una sezione “bacheca”, in cui saranno pubblicati gli avvisi giornalieri tra i quali il cambiamento, anche temporaneo, dell’orario di ricevimento…
Per quanto riguarda il ritardo alle lezioni lo spazio di 10 minuti è stata una richiesta da parte della Facoltà per permettere agli studenti di poter effettuare il cambio aula; un ritardo più elevato, che qualche volta capita, è una patologia che se ripetuta è grave. A tal proposito sono stati installati nelle nostre aule dei rilevatori che, tramite l’uso dei tesserini magnetici, oltre a segnalare la presenza degli studenti monitoreranno l’orario di inizio e fine delle lezioni e quindi la presenza dei docenti…”.

Google+
© Riproduzione Riservata