• Google+
  • Commenta
10 novembre 2003

“Ma tu vulive ‘a pizza?”

“Ma tu vulive ‘a pizza” recita un vecchio motivetto che torna in mente ogni volta che ci si avvicina ad una pizzeria che diffonde nell’aria il magni
“Ma tu vulive ‘a pizza” recita un vecchio motivetto che torna in mente ogni volta che ci si avvicina ad una pizzeria che diffonde nell’aria il magnifico odorino dei suoi prodotti. Non è però il caso della pizzeria del Bar Blu dell’università, per il quale la canzone cambia le sue parole in:”ma tu vulive ‘u…pizzaiol”. Ebbene si , chi di noi, almeno una volta nella sua (lunghissima) vita (di studente!) non si è affacciato sull’atrio del Bar Blu e ha sentito commenti di matricole e non matricole del tipo:” quant’è bbbono”, ”che maschione”, fino ad arrivare a…” che ce facess” o altre espressioni più o meno censurabili. Un giorno, mentre aspettavo la fine di un corso ho addirittura visto una “irriducibile” che gli faceva una fotografia, così mi divertii ad immaginare dove l’avrebbe appesa… magari affianco all’immaginetta di Gesù, come a dire…” ecco le mie due grandi ragioni di vita”.Ma lui? Come reagisce a tutto ciò? Beh, ogni tanto tra una margherita e l’altra (ci riferiamo a pizze e non a ragazze) una posa plastica se la fa scappare, ma forse il tutto rientra nel suo contratto col Bar Blu. Mi hanno chiesto di sapere qualcosa di più sulla sua vita privata, ed io tra un morso di pizza e una birra lo ho intervistato. Si chiama Enzo, ma questo forse già lo sapevate, ha 27 anni (è del cancro per chi volesse consultare l’oroscopo), abita a Castelsangiorgio ed è istruttore di body building in una palestra di Sarno. Volete sapere il nome della palestra per correre ad iscrivervi? OK,si chiama “Easy Time”, ma preciso che non si tratta di pubblicità occulta. Il sabato sera (se proprio avete deciso di pedinarlo) potrete trovarlo nei locali di via Roma a Salerno, oppure spesso al “Soho”. Puntualizzo che nemmeno quest’ultimo locale mi ha dato una lira… purtroppo. Queste,cari miei lettori, sono le notizie che sono riuscito a strappargli, oltre ad una succulenta fetta di pizza (le fa bene,fidatevi!). Come ultima domanda gli abbiamo chiesto se attualmente ha un rapporto stabile, o come si diceva una volta se è fidanzato, per intenderci. Sapete cosa mi ha risposto? Mmmm! se volete saperlo accaparratevi il prossimo numero di Controcampus.

Google+
© Riproduzione Riservata