• Google+
  • Commenta
17 dicembre 2003

E’ la domenica di Flachi e Capello

La Roma è sola al comando. Nella giornata in cui la Juve restituisce fiducia ai propri supporter strapazzando il Parma grazie ad un Miccoli scatenato La Roma è sola al comando. Nella giornata in cui la Juve restituisce fiducia ai propri supporter strapazzando il Parma grazie ad un Miccoli scatenato e il Milan è in Giappone a contendere agli argentini del Boca la Coppa Intercontinentale (impresa bruscamente fallita), i giallorossi di Capello sfruttano l’opportunità di guardare tutti dall’alto. Contro un Modena solido e insidioso i tre punti scaturiscono da un rigore messo a segno da Totti. Anche se (soprattutto per meriti altrui) la Roma non brilla, quella contro i gialloblu è l’ennesima dimostrazione di forza dei capitolini, sempre più accreditati per un finale di stagione da protagonisti. Soffre ma vince anche l’Inter. Martins e Recoba regalano a Zaccheroni un sorriso dopo la beffa dell’esclusione dalla Champions League con conseguente declassamento in Uefa. I nerazzurri, però, devono ringraziare anche il portierone Toldo e la sfortuna degli attaccanti del Bologna, tanto ispirati quanto inefficaci. La Lazio vince di misura sull’Ancona e rimane a ridosso delle grandi. Ottime sensazioni provengono dall’Udinese, forse l’unica “provinciale” a saper vincere con continuità. Un eventuale “Pallone d’Oro della settimana” andrebbe dato al blucerchiato Flachi. L’attaccante della Samp ha firmato una doppietta di quelle da incorniciare. Due reti da almanacco, la prima in rovesciata, la seconda allo scadere dei 90’ in mezza girata al volo, permettono ai liguri di uscire imbattuti dall’incontro con il Perugia (l’anticipo finisce 3-3).

Google+
© Riproduzione Riservata