• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2004

Lavori a Giurisprudenza

La facoltà di Giurisprudenza ultimamente è interessata da lavori di ristrutturazione atti a migliorare la sicurezza all’interno della struttura. Tal
La facoltà di Giurisprudenza ultimamente è interessata da lavori di ristrutturazione atti a migliorare la sicurezza all’interno della struttura. Tali lavori, iniziati di recente, prevedono l’istituzione di pareti antincendio e l’istallazione di porte tagliafuoco, sistema anti-intrusione, rilevatori d’incendio, oltre al miglioramento delle uscite di sicurezza. Con queste modifiche si rientra nei parametri previsti dalla legge 626 riguardo alle norme sulla sicurezza degli edifici pubblici. Le porte istallate sono le cosiddette porte RER, isolate ai lati non permettono il passaggio del fuoco poiché si chiudono automaticamente. Le pareti sono fatte di materiale isolante che non brucia, anche a contatto prolungato con il fuoco. In tutta la facoltà sono state istallate fotocellule, le quali allertano il commissariato locale in caso d’intrusione o scasso. Tutti i corridoi e le aule sono stati dotati di una segnaletica particolare controllata con un pc, che indica le vie di fuga con apposita illuminazione, appoggiata da segnalatori ottici con sirena incorporata. In caso d’emergenza si può ricorrere ai pulsanti di sgancio, situati sulle pareti, che interrompono l’alimentazione elettrica all’intera area per impedire il propagarsi delle fiamme. Inoltre ciascun’aula può accedere al sistema trasmissione dati attraverso la rete LAN, che serve ad informare tutte le aule su conferenze, permette l’accesso ad internet…ecc.Secondo i responsabili, i lavori dovrebbero essere ultimati tra circa un mese. Un’università quindi all’avanguardia, fornita dei migliori sistema di sicurezza, infatti ogni impianto istallato è certificato ed ha una garanzia, secondo le norme europee IMQ. La sicurezza è sempre stata uno dei problemi centrali degli edifici pubblici, infatti spesso si è dato sempre più peso ai benefici economici dei singoli che all’interesse della collettività. Si pensi che la lista dei disastri che ne sono derivati, purtroppo, è tristemente lunga. I lavori che si stanno svolgendo, e che presto saranno ultimati, sono un segno di buona volontà da parte di chi invece dovrebbe interessarsi non saltuariamente della nostra sicurezza, ma ne dovrebbe fare una delle priorità dei suoi incarichi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy