• Google+
  • Commenta
15 maggio 2004

Amar ibn al-Kahani. Un nome impronunciabile per una persona disponibile

Si chiama Dawud Sulayman, nato a Mdina (Malta) il 25 ottobre 1976 da padre palestinese e madre maltese, Dawud, alla domanda “segni particolari?”, si
Si chiama Dawud Sulayman, nato a Mdina (Malta) il 25 ottobre 1976 da padre palestinese e madre maltese, Dawud, alla domanda “segni particolari?”, si presenta come meglio non potrebbe… “Essendo mio padre di origine araba, sono fiero di essere nato, cresciuto e “pasciuto” nella Weltaschaung islamica. Oltretutto sono del segno dello scorpione e questa caratteristica è ben evidente nel mio modo di essere.” Da buon cristiano, scagli pure la prima pietra addosso a me chi ha il coraggio di ammettere che sfoglia riviste di astrologia, però mi venga a spiegare l’indole degli scorpioni qual è!
Beccarlo non è stato facile: attualmente infatti Dawud è in continuo spostamento tra Messina e Salerno perché collabora anche con l’università sicula, ma a noi interessa soprattutto per la sua “amorevole” presenza tra le cattedre della nostra facoltà di Lettere… “Sono entrato in questo Belpaese poco più di dieci anni orsono esclusivamente per motivi di studio, che poi si sono trasformati in fini a scopo di lucro, e in questo frangente ho incontrato quello che più tardi sarebbe diventato il mio maestro, Giovanni Casadio, al quale sono legato da un sentimento di profonda amicizia, oltre che da un rapporto, altrettanto profondo, di discepolo-maestro. Il passaggio allo status di assistente alla cattedra di Storia delle Religioni è stato, quindi, quasi naturale: per cooptazione, e la mia esperienza nel settore è interamente aneddotica in quanto al professor Casadio si può dire di tutto, tranne certamente che sia noioso!”
Forse aveva davvero ragione Goethe: alle volte è proprio questione di…affinità elettive! Il professore Casadio, infatti, non sarà certamente quella che si può definire una persona noiosa, ma il nostro Dawud neanche scherza… ”Mi contraddistinguo –o almeno credo- nel cercare di dare il massimo in tutto ciò che mi aggrada (lett.,nda): per tale motivo faccio anche piano-bar, una sorta di secondo lavoro direi, oltre che dilettarmi di modellismo. Pratico inoltre il canottaggio, la pesca subacquea e l’arte culinaria: il mio piatto preferito è una ricetta nigeriana chiamata egussi soup.”
Scagli ancora una volta la prima pietra addosso a me chi, dopo aver assaggiato la cucina italiana, preferisce ancora piatti stranieri, poi però mi venga a spiegare perché!
Anche per quanto riguarda la sua vita privata, Dawud non ha fatto mistero della sua orgini islamica, anche se poi anche noi cattolici non è che la pensiamo diversamente… ”Non sono legato sentimentalmente ad una donna in particolare – ma forse una c’è- poiché in questo campo…diciamo che amo la varietà. Mi reputo un animale notturno, e di solito mi dirigo dove c’è musica dal vivo, possibilmente jazz, blues e rock.”
Andrea Luciano

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy