• Google+
  • Commenta
15 maggio 2004

Importante partecipare indispensabile vincere

“Società dell’egocentrismo, del primato, del successo”, così viene definita da sociologi e psicologi, con tono quasi ironico e provocatorio, la societ“Società dell’egocentrismo, del primato, del successo”, così viene definita da sociologi e psicologi, con tono quasi ironico e provocatorio, la società in cui viviamo. Non è del tutto falso. Basta guardarsi intorno per vedere gente che corre, che stringe i denti per “arrivare prima” degli altri, come una corsa agli ostacoli…dove gli ostacoli non sono delle sbarre, ma delle persone, le stesse che inseguono un unico obiettivo: vincere. E’ così, non importa come, con quali conseguenze, ciò che veramente conta è riuscire a “primeggiare”, ad abbattere gli ostacoli.
Questa è una realtà che caratterizza ogni settore della società, dal posto di lavoro all’università: tutti inseguono il successo, tutti vogliono essere i “migliori”…ma cosa vuol dire essere i migliori? Qual è il parametro di valutazione? Il successo, l’egocentrismo, la “sete di fama”, questi sono i parametri e anche i pionieri di questa “massa” in movimento, in corsa verso una meta inesistente, verso un ideale dell’uomo vincente, che ottiene tutto quello che desidera, anche a discapito di chi, magari, lo aiuta in questa battaglia, per essere poi, gettato via.
Antonella Pacella

Google+
© Riproduzione Riservata