• Google+
  • Commenta
6 maggio 2004

“Pater Familias”, una dramma napoletano

E’ la vicenda durissima di un ragazzo che torna dal carcere, per un giorno, in visita al padre in fin di vita. Questo viaggio a ritroso in un luogo coE’ la vicenda durissima di un ragazzo che torna dal carcere, per un giorno, in visita al padre in fin di vita. Questo viaggio a ritroso in un luogo concreto del passato, un paese dell’hinterland degradato di Napoli, è l’occasione per un percorso parallelo nella memoria, attraverso cui Matteo, il protagonista, ripercorre le tappe fondamentali della rovina sua e del suo gruppo di amici. Un inferno fatto di uomini e padri violenti, donne-mogli-figlie rassegnate al loro destino di soprusi, dove i rapporti fra sessi si esprimono solo attraverso lo stupro fisico e mentale, pistole, pugni e insulti, e dove si é sempre pronti a riparare allo “sgarro” subito lame o proiettili. Una storia che fa rabbrividire al pensiero che non sia un semplice film, ma una fedele trasposizione delle sciagure che si consumano quotidianamente, mentre altri, più fortunati, serenamente vanno al cinema.

Google+
© Riproduzione Riservata