• Google+
  • Commenta
24 settembre 2004

CRUI, Roma 21 settembre

Ieri 21 settembre, si è tenuta a Roma la seconda Conferenza dei Rettori delle Università Italiane in occasione della quale Piero Tosi, Rettore dell’UIeri 21 settembre, si è tenuta a Roma la seconda Conferenza dei Rettori delle Università Italiane in occasione della quale Piero Tosi, Rettore dell’Università degli Studi di Siena e Presidente della CRUI, ha relazionato sullo Stato delle Università Italiane. All’evento erano presenti tra gli altri M.Gasparri, Ministro delle Comunicazioni, P.Fassino e L.Moratti, Ministro dell’istruzione dell’Università e della Ricerca.
Spirito di questa giornata è stato quello di occasione di confronto e di proposta, sede di bilancio e momento di riflessione sul progetto che le Università si propongono per lo crescita del bene comune nella nostra società.
Dall’incontro è emerso una situazione fatta di realtà difficili e problematiche ma anche di sfide vinte e di progetti per il futuro, di squilibri e di ombre ma anche di esaltanti prospettive.
L’Università non può continuare ad essere quella del passato, deve rinnovarsi e recuperare la sua contemporaneità: il rinnovamento delle strutture universitarie e delle sue articolazioni fondamentali risponde ad una esigenza effettiva della società. La nascita dell’Europa unita, i processi di globalizzazione del sapere e l’accelerazione derivante dallo Spazio europeo della formazione superiore e della ricerca imporranno in breve tempo rapidi e profondi cambiamenti.
L’Università deve insegnare, deve contribuire a produrre tecnologie e a creare le figure professionali che servono al Paese e deve rimanere moralmente ed intellettualmente indipendente da ogni autorità politica e potere economico. Per aprirsi alla società in chiave propositiva deve migliorarsi, deve dimostrare di alimentare, in modo non episodico e transitorio ma ragionato e costante, la propria vocazione alla crescita e al cambiamento.
Convinzione della CRUI è che il capitale fondamentale sia lo conoscenza e che quindi l’investimento oggi più redditizio sia nella formazione: il primato del capitale umano su quello della materialità e delle merci.
L’Università, nel nostro mondo, è sempre stata al centro della cultura, del progresso e dell’esperienza della vita di ogni giorno…
Le Università italiane e la Conferenza dei Rettori chiedono al Paese di dedicare al nostro sistema universitario le più penetranti attenzioni, le migliori energie, le risorse adeguate, in uno sforzo che sia l’espressione vera, convinta, del consenso unanime e delle giuste attese della Comunità nazionale. È un’utopia, questa? «Una mappa del mondo che non comprende il Paese dell’utopia» – scrisse Oscar Wilde – «è indegna finanche di uno sguardo, perché ignora il Paese al quale l’umanità approda continuamente. E quando l’umanità getta le ancore, sta in vedetta, e, scorgendo un Paese migliore, di nuovo fa vela. Il progresso non è altro che l’avverarsi delle utopie».”
Per maggiori informazioni clicca qui

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy