• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Convenzione Indennizzo Diretto

CID? In caso di risposta libera, tale acronimo susciterebbe in noi una miriade di supposizioni più o meno bizzarre. Facciamo quindi un po’ di chiarezzCID? In caso di risposta libera, tale acronimo susciterebbe in noi una miriade di supposizioni più o meno bizzarre. Facciamo quindi un po’ di chiarezza su tale arcano. E’ sempre bene avere a bordo della propria auto il famoso modulo blu per la constatazione amichevole nel caso si rimanga coinvolti in un incidente.
Tramite il modulo blu l’automobilista vittima del sinistro chiede l’indennizzo alla propria compagnia, beneficiando così di una procedura più celere rispetto all’ordinario. 3

La procedura CID (Convenzione Indennizzo Diretto) non può essere utilizzata se nell’incidente sono coinvolti più di due veicoli a motore o se sono interessati ciclomotori o macchine agricole.
Dal 1° giugno, inoltre, è possibile adoperare tale procedura non più solo in caso di sinistro con soli danni a veicoli ma anche in caso siano occorsi danni a persone o ad oggetti di loro proprietà trasportati a bordo del veicolo stesso.
Una volta avviata la procedura CID si riceverà dalla propria compagnia un’offerta di risarcimento. In caso si ritenga di aver subito un danno superiore, è possibile non accettare la proposta di risarcimento rivolgendosi, se è il caso, ad un avvocato od anche ad una associazione consumatori: conseguenza sarà l’avvio della procedura tradizionale e quindi il protrarsi nel tempo della pratica.

Il modulo blu va compilato in ogni sua parte in maniera precisa e firmato da entrambi i conducenti. E’ costituito da quattro copie: ognuno dei due automobilisti ne trattiene due, una per sé e una da consegnare al proprio assicuratore. Le quattro copie del modulo devono essere del tutto identiche tra loro: aggiunte successive sono possibili ma devono essere fatte congiuntamente, devono cioè essere riportate su tutte le copie. Di tutte le informazioni da annotare sul modulo blu, alla procedura di indennizzo diretto sono indispensabili i seguenti dati: nomi degli assicurati, nomi delle compagnie di assicurazione, targhe dei due veicoli coinvolti, circostanze del sinistro desumibili dalla casistica indicata al centro del modulo o dal grafico dell’incidente, firme dei conducenti dei veicoli. Ultima ma altrettanto importante informazione: non è necessario che eventuali lesioni subite dal conducente o dai passeggeri siano indicate sul modulo blu, è sufficiente che vengano adeguatamente documentate con relativi referti medici.

Google+
© Riproduzione Riservata