• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Dalla Conferenza dei Rettori

Il 21 settembre, si è tenuta a Roma la seconda Conferenza dei Rettori delle Università Italiane in occasione della quale Piero Tosi, Rettore dell’UnivIl 21 settembre, si è tenuta a Roma la seconda Conferenza dei Rettori delle Università Italiane in occasione della quale Piero Tosi, Rettore dell’Università degli Studi di Siena e Presidente della CRUI, ha relazionato sullo Stato delle Università Italiane. All’evento erano presenti tra gli altri Gasparri, Ministro delle Comunicazioni, Fassino e Moratti, Ministro dell’istruzione dell’Università e della Ricerca. La giornata è stata occasione di confronto e di proposta, sede di bilancio e momento di riflessione sul progetto che le Università si propongono per la crescita del bene comune nella nostra società. Dall’incontro è emerso una situazione fatta di realtà difficili e problematiche ma anche di sfide vinte e di progetti per il futuro, di squilibri e di ombre ma anche di esaltanti prospettive. L’Università non può continuare ad essere quella del passato, deve rinnovarsi e recuperare la sua contemporaneità: il rinnovamento delle strutture universitarie e delle sue articolazioni fondamentali risponde ad una esigenza effettiva della società. La nascita dell’Europa unita, i processi di globalizzazione del sapere e l’accelerazione derivante dallo spazio europeo della formazione superiore e della ricerca imporranno in breve tempo rapidi e profondi cambiamenti. L’Università deve insegnare, deve contribuire a produrre tecnologie, a creare le figure professionali che servono al Paese e deve rimanere, moralmente ed intellettualmente, indipendente da ogni autorità politica e potere economico. Per aprirsi alla società in chiave propositiva deve migliorarsi, deve dimostrare di alimentare, in modo non episodico e transitorio ma ragionato e costante, la propria vocazione alla crescita e al cambiamento. Convinzione della CRUI è che il capitale fondamentale sia la conoscenza e che quindi l’investimento oggi più redditizio sia nella formazione: il primato del capitale umano su quello della materialità e delle merci. L’Università, nel nostro mondo, è sempre stata al centro della cultura, del progresso e dell’esperienza della vita di ogni giorno… Le Università italiane e la Conferenza dei Rettori chiedono al Paese di dedicare al nostro sistema universitario le più penetranti attenzioni, le migliori energie, le risorse adeguate, in uno sforzo che sia l’espressione vera e convinta del consenso unanime e delle giuste attese della Comunità nazionale. È un’utopia, questa? “Una mappa del mondo che non comprende il Paese dell’Utopia”, scrisse Oscar Wilde, “è indegna finanche di uno sguardo, perché ignora il Paese al quale l’umanità approda continuamente. E quando l’umanità getta le ancore, sta in vedetta, e, scorgendo un Paese migliore, di nuovo fa vela. Il progresso non è altro che l’avverarsi delle utopie”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy