• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Giornata di mobilitazione

E’stata organizzata la giornata della mobilitazione. Fautori di questa manifestazione sono stati: ADI, SPS, CISL, CNU, CGIL, NIDIL, SNUR, UILPA, UR,
E’stata organizzata la giornata della mobilitazione. Fautori di questa manifestazione sono stati: ADI, SPS, CISL, CNU, CGIL, NIDIL, SNUR, UILPA, UR, RDB, Università, in collaborazione con le associazioni Sinistra Futura, Zenit e Laboratorio Studentesco. L’assemblea è stata aperta dal Professor Libero Sesti Osseo che ha introdotto i temi all’ordine del giorno: DDL Moratti sul riordino dello stato giuridico; politica di innovazione e ricerca; blocco delle assunzioni; diritto allo studio. La parola poi è passata al Rettore, il quale ha manifestato il proprio dissenzo sulla riforma Moratti, e la piena solidarietà alla manifestazione, spiegando, nel suo intervento, le conseguenze di tale riforma: tagli alle Università statali con un blocco di assunzioni dei ricercatori e automatica diminuzione dei docenti ordinari nel corso degli anni; aumenti delle casse universitarie. In seguito la parola è passata al dottor Venditti, dottorando di Chimica, il quale ha criticato la politica nazionale di innovazione e ricerca per mancanza di investimenti rivolti a tale settore. Infatti, ha sostenuto Venditti, che l’Università è anche sviluppo e non solo istruzione, sottolineando il ruolo marginale, di fanalino di coda, che l’Italia occupa a livello europeo per quanto concerne l’innovazione e la ricerca stesse. Si è passati infine alla discussione riguardante le prospettive aperte alle Università di tipo A e di tipo B, a quelle cioè che hanno un grado di formazione superiore alle altre, se si continua per questa strada.
Laura Orlando

Google+
© Riproduzione Riservata