• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

I rappresentanti degli studenti

18 – 19 maggio 2004 il Consiglio degli Studenti elegge i suoi rappresentanti al Senato Accademico. Il Senato Accademico determina la politica cultur
18 – 19 maggio 2004 il Consiglio degli Studenti elegge i suoi rappresentanti al Senato Accademico. Il Senato Accademico determina la politica culturale dell’Università, esercitando compiti di programmazione e di governo, coordinando le attività universitarie e valutandone l’efficienza. Ha la responsabilità d’indirizzo, di coordinamento e di programmazione dello sviluppo dell’Ateneo, in relazione alle attività didattiche e di ricerca. E’ costituito dal Rettore, il Prorettore Vicario, i Presidi di Facoltà, il Direttore Amministrativo, e un numero di rappresentanti, pari al numero dei Presidi, eletti dalle aggregazioni di aree scientifico-disciplinari del Consiglio Universitario Nazionale, una rappresentanza del consiglio degli studenti pari al 15% degli altri componenti, due rappresentanti della Consulta del personale tecnico-amministrativo. Personale amministrativo, docenti, studenti lavorano insieme per garantire gli interessi della popolazione di una realtà universitaria che è giunta a contare oltre 43.000 iscritti. Il campus di Fisciano è in continua crescita, nelle strutture e nella didattica, e necessita di una attenta ed attiva collaborazione che veda uniti vertici (personale amministrativo) e base (studenti) nell’intento di indirizzare nel giusto verso la strada di tale progresso. All’interno del Senato degli Studenti è prevista una rappresentanza degli studenti. I rappresentanti vengono eletti all’interno del Consiglio degli Studenti, nella fattispecie: tre senatori, un segretario ed un presidente. Le elezioni di quest’anno, svoltesi nelle giornate del 18 e 19 maggio scorso, hanno portato alla formazione di un gruppo di rappresentanza così composto: Senatori: Luisa Arleo, Salvatore Barba, Francesco Savastano, Segretario: Marianna Napolitano, Presidente: Loredana Riccio. Sebbene sia passato ben poco tempo dalle elezioni che hanno visto la formazione del nuovo collegio senatoriale gli incontri procedono con armonia ed efficienza. Anche il Rettore, Raimondo Pasquino, a cui abbiamo chiesto un commento a tal proposito, ne ha riconosciuto la grande disponibilità e attenzione ai problemi del campus. Sebbene i rapporti tra Rettore e Senato Accademico siano mediati e non siano, dunque, previsti regolari incontri, il Magnifico ha sottolineato l’esemplare comportamento della giunta. In quanto studenti che rappresentano studenti, l’esperienza senatoriale, acquista un valore formativo a livello personale oltre che socio-politico. Francesco Savastano sottolinea “oltre alla validità formativa dell’esperienza a livello personale, sociale e politico, il massimo impegno del collegio per garantire costantemente che gli studenti siano a conoscenza di tutto ciò che loro riguarda all’interno dell’Ateneo”. “E’ un’interessante esperienza, che arricchisce e fa crescere” dice Luisa Arleo, che si sente “orgogliosa di rappresentare gli studenti” in quanto studente e in quanto donna, in una società che dà sempre più spazio alle donne. Mantenere costantemente informati gli studenti di quelli che sono i provvedimenti, i progetti, le decisioni prese e quelle da prendere…e fare in modo che gli interessi e le esigenze di tutto il corpo studentesco in quanto soggetto di diritti-doveri siano costantemente visionati e tenuti in considerazione, queste alcune delle prerogative principali di questi giovani rappresentanti. “Sinergia d’intenti e una volontà comune e unanime è il motto a cui faccio capo per portare avanti un lavoro di presidenza che, oltre a darmi un buon bagaglio esperenziale mi fa lavorare alla realizzazione di qualcosa di concreto e congruo con le esigenze degli studenti di cui sono fedelmente portavoce” afferma il Presidente, Loredana Riccio. Tra i senatori anche un rappresentante dei dottorandi, Salvatore Barba, che, tra le altre cose, si augura “un aumento di interesse e partecipazione degli studenti dal basso piuttosto che dall’alto”. In quanto mia prima esperienza elettorale, – Marianna Napolitano – mi auguro di essere in grado di adempiere al mio compito rappresentando volontà, bisogni, ed esigenze degli studenti, garantendo la qualità sulla quantità”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy