• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Il soccorso

E’ obbligo di chi presta il primo soccorso ristabilire o mantenere le funzioni vitali (circolo e respiro) dell’incidentato. E’ necessario valutare l
E’ obbligo di chi presta il primo soccorso ristabilire o mantenere le funzioni vitali (circolo e respiro) dell’incidentato. E’ necessario valutare la sicurezza del luogo su cui si opera, e dare priorità di soccorso ai soggetti incoscienti. Il paziente deve essere messo in posizione supina, su una superficie piatta e rigida, muovendo simultaneamente testa, spalle e tronco, evitando torsioni. E’ necessario aprire le vie aeree e perciò si dovrà: rimuovere eventuale materiale ostruente; sollevare con due dita il mento del soggetto spingendo la testa all’indietro e appoggiando l’altra mano sulla fronte. Va poi valutata la respirazione ascoltando se passa aria e guardando se il torace si solleva e si abbassa. Se sono assenti segni di circolo, vanno iniziate le compressioni toraciche, effettuate a braccia tese, perpendicolari al corpo, con le mani poste sullo sterno all’altezza dei capezzoli. Esse devono abbassare il torace di 4/5 cm, con frequenza pari a circa 100 al minuto e rapporto compressioni/ventilazioni di 15:2. E’ dovere di ciascun cittadino impararle ed attuarle se necessario.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy