• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

La tecnologia GSM

Salve a tutti,
le vacanze sono infine terminate e per noi universitari ricomincia il solito tran tran, l’autobus che non passa mai, esame da prepar
Salve a tutti,
le vacanze sono infine terminate e per noi universitari ricomincia il solito tran tran, l’autobus che non passa mai, esame da preparare e telefonate a non finire. Già, le telefonate. Fino a qualche anno fa almeno. Ormai è raro che sia una telefonata quella che fa vibrare di vita il nostro telefonino. In genere si tratta di SMS, o magari suonerie polifoniche, foto, video disegni. Ma andiamo con ordine, e cerchiamo di chiarire come siamo arrivati a questi livelli tecnologici e come questa tecnologia abbia cambiato la nostra vita e le nostre abitudini.

Il telefono portatile è stato, per anni, un lusso per le poche persone che potevano permetterselo, i primi ad usufruirne sono stati medici e imprenditori, seguiti in seguito da avvocati ed altri professionisti. I punti che rendevano inaccessibili i telefonini alla maggior parte delle persone erano questi.
1) Il costo intrinseco dell’apparecchio, nel 1990 un telefono “portatile” motorola costava all’incirca 1.850.000 Lire.
2) Le bollette: anche superando il costo dell’apparecchio magari, con un finanziamento, o acquistando un telefono usato, restava il problema della bolletta telefonica. Le chiamate verso i telefoni fissi o verso i cellulari costavano all’epoca circa 2500 lire al minuto.
3) Il proprio telefono poteva essere clonato con apparecchiature molto molto semplici, era quindi relativamente facile potersi ritrovare con bollette astronomiche milionarie.

I primo sistema italiano di telefonia portatile era denominato TAX. Un sistema analogico di trasmissione che permetteva sia l’uso della tariffazione “bollettaria” sia quella di ricariche telefoniche. Molti adolescenti iniziarono a poter usufruire del “vecchio” telefonino di papà.
La vera svolta per i cellulari si è avuta dieci anni fa, quando le compagnie telefoniche adottarono la tecnologia GSM, che permettava un uso escluso di traffico prepagato, e l’invenzione degli SMS, ovvero Short Message Service: una traduzione comprensibile potrebbe essere Servizio Per Brevi Messaggi. Gli SMS divennero velocemente fenomeno di costume, facendo anche nascere un nuovo vocabolario, speso la X andava a sostituire la sillaba “PER” in molte frasi e comunque venne abbreviato con “CMQ”. Ma questo non era che un primo passo verso una vera e propria rivoluzione.
Con l’abbattimento dei costi di gestione, inoltre, il GSM è divenuto alla portata di tutti, basti pensare che oggi si trovano in commercio telefonini che costano meno di 80€.
Ma, come ci insegnano le leggi di consumo, quando il prezzo scende bisogna inventarsi qualche nuovo prodotto per poter vendere a caro prezzo il buon vecchio telefonino. Ecco spuntare i giochi in formato java, la navigazione su internet e servizi a pagamento quali download suonerie, animazioni e frasi d’amore.
Con le nuovissime centrali è divenuto possibile inviare video messaggi (MMS) e foto ad altissima risoluzione. Molti cellulari, infatti, dispongono di una videocamera in grado di registrare audio e video e di inviarle a numeri di telefono o ad e-mail.
Per ultimo, ma non come importanza, i nuovi telefonini hanno la possibilità di collegarsi con i satelliti per fare gli usi più disparati. Tracciare al volo dove si trovi la propria auto, vedere il televideo, guardare una trasmissione SKY. Tracciare la propria posizione, come un navigatore satellitare portatile, navigare su internet come con un ADSL, giocare in borsa e via discorrendo.
Angelo Giubileo

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy