• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Una giornata di pioggia

Una giornata tediosa con il suo incessante piovigginare, fa fermare i pensieri, e la mente va ai meravigliosi momenti che ho vissuto con te, agli spasUna giornata tediosa con il suo incessante piovigginare, fa fermare i pensieri, e la mente va ai meravigliosi momenti che ho vissuto con te, agli spasimi che martoriavano il corpo in una girandola di luci meravigliose, è un oblio nel quale sprofondare sempre di più e sperare di annegare per sempre. Leggere sul tuo viso l’infelicità e non poterti aiutare, accarezzarti di nascosto con gli occhi e parlarti in silenzio, illuminarmi ad ogni tuo sorriso strappato con le lacrime del cuore, sognare un angolo del mondo dove tu saresti il mio re, anelare di servirti devotamente per avere come premio una carezza. Prendi il mio cuore e taglialo in tanti pezzi. La morte è il balsamo agognato per le immense ferite dell’animo, ferite aperte dalle tue incertezze, le tue sofferenze, le tue lacrime, la tua indifferenza. Poi vedendo le tue pene, i tuoi occhi umidi durante ogni attimo della giornata, imploro colui che comanda al cosmo, al sole e ad ogni forma di vita, di caricarmi anche del tuo dolore, affinché almeno tu sia felice

Google+
© Riproduzione Riservata