• Google+
  • Commenta
15 novembre 2004

Una società tutta al femminile

Il Novecento è stato il secolo della donna, infatti, limitatamente all’Occidente, si è affermata una vera e propria rivoluzione che ha visto come un
Il Novecento è stato il secolo della donna, infatti, limitatamente all’Occidente, si è affermata una vera e propria rivoluzione che ha visto come unico e indiscusso protagonista il sesso femminile. E’ possibile affermare che il mondo si sta “femminilizzando” in senso sociale e culturale, ovvero, sono le donne a determinare il cambiamento sociale: tutta l’organizzazione e la struttura della società è cambiata, i ruoli, le abitudini, i comportamenti individuali, sia femminili che maschili. Questo è il punto: siamo di fronte ad una realtà che vede continuamente un “tira e molla” tra uomo e donna, sotto ogni fronte, ogni settore, ogni situazione. L’uomo da sempre batte la donna, la donna prende la sua rivincita per arrivare, oggi, ad imporre se stessa e stravincere nella vita di ogni giorno. Ma è davvero così?
Alcuni ritengono che sia solo un’apparente simulazione di vittoria, legata allo spirito di competizione che caratterizza l’essere umano sin dalle origini, e che viene stimolato da situazioni in cui deve “perdere”, per poi “riguadagnare” il suo primato; altri ritengono che siamo realmente giunti nell’era femminile, dove la donna si è affermata in tutto e sta “spazzando via” ogni residuo maschile, sia nell’ambito lavorativo, che in quello sentimentale, dove ormai detiene il potere.

Google+
© Riproduzione Riservata