• Google+
  • Commenta
15 dicembre 2004

ACQUISTO auto nuova o a km 0

L’acquisto più sicuro è quello di un’auto nuova. Le insidie, è vero, sono sempre dietro l’angolo ma, in tale caso, la probabilit&L’acquisto più sicuro è quello di un’auto nuova. Le insidie, è vero, sono sempre dietro l’angolo ma, in tale caso, la probabilità di inconvenienti è sicuramente minore. E’, inoltre, bene ricordare che la garanzia sul bene nuovo è di almeno due anni: va comunque fatta molta attenzione.
Scelto il modello di auto da acquistare non resta che iniziare il giro “turistico” tra i concessionari. Qui, oltre ad informazioni di carattere prettamente economico, è bene farci dare qualche generico consiglio da coloro che possiamo reputare “addetti ai lavori”.
Abbiate particolare cura nella scelta degli optional: da quelli che rendono più confortevole il viaggio (radio, climatizzatore, navigatore satellitare, ecc. ) a quelli che assicurano maggiore sicurezza (air-bag, abs, ebs, ecc…).
Usciti dalla prima concessionaria non conviene tornare a casa ma, bensì, continuare il giro: il prodotto da comprare, a parità di optional, è lo stesso; è quindi bene poter confrontare più preventivi in modo da strappare il prezzo più basso.
Nel caso siate al cospetto di qualcuno che vi sta proponendo un prezzo maggiore rispetto ad un altro, non abbiate timore di fargli notare che avete trovato un’offerta migliore; potreste indurlo a ribassare il preventivo. Rispetto al prezzo di listino potreste avere un sconto che potrebbe avvicinarsi o addirittura, eccezionalmente, superare il 10%. Non sempre è così e, inoltre, questo ragionamento potrebbe non valere per tutte le case costruttrici. Nel ricercare i concessionari più vicini alla vostra zona potrebbe esservi d’aiuto l’apposita rubrica sul nostro portale autosix.it.
Sul preventivo è bene che sia specificato tutto ciò che è compreso, sarà così chiaro ciò che si dovrà pagare a parte (ad esempio I.P.T. o spese varie di immatricolazione ).
Volendo risparmiare qualcosa potrebbe essere utile considerare la possibilità di acquistare un’auto a km zero o un’auto di fine serie.
Le auto a km zero sono quelle che qualcuno ama definire bonariamente i “saldi sulle auto”. I concessionari, per accordi con le case costruttrici o per fruire di maggiori sconti, ogni anno devono vendere un determinato numero di auto: per raggiungere tale traguardo nei tempi prestabiliti spesso acquistano ed immatricolano a loro nome le auto necessarie. Per “smaltire” questi veicoli in esubero li propongono, grazie anche a sgravi fiscali ed altro, in vendita con forti sconti. Si precisa che, al fine di potersi fregiare della dicitura “km zero”, le auto non devono aver percorso più di 100 km.
Oltre al risparmio economico, c’è un altro vantaggio per l’acquirente: l’auto è in pronta consegna. Bastano pochi giorni, giusto il tempo necessario per il passaggio di proprietà, in genere massimo 5 giorni, e l’auto è tutta per noi. Fattore non trascurabile considerando che, spesso, si aspettano svariati mesi per entrare in possesso dell’ambito veicolo.
Rovescio della medaglia: proprio perché le auto sono “già pronte”, ci si deve “accontentare” di quello che c’è; colore, motorizzazione e optional disponibili potrebbero non essere proprio ciò che desideravamo. Giova precisare che anche per le vetture a “km 0” la garanzia è, per legge, di due anni. A pagamento, come per le auto nuove, è possibile estendere la garanzia della casa fino a tre o più anni, sempre che ciò sia previsto dalla casa stessa.
Buoni affari si possono fare acquistando auto nuove ma di fine serie, che rispettano normative vecchie (Euro 2, in genere), o vecchi modelli. Quest’ultimi non sono più in vendita perché fuori produzione o perché sostituiti da una modello nuovo o sottoposto a restyling.
Per l’acquisto di entrambe le opportunità è possibile che gli sconti applicati dal venditore, talvolta, arrivino addirittura fino al 50%.
Può quindi essere una buona alternativa al “nuovo” considerare l’acquisto di una “km 0” o di una “vettura di fine serie”: bisogna solo accontentarsi di quello che si trova. L’importante è non avere fretta, se si cerca bene possiamo trovare proprio quello che cerchiamo.
Ritornando all’acquisto del nuovo, oltre all’eccessiva attesa per la consegna (alcune volte se ne entra in possesso svariati mesi dopo), altro inconveniente che può verificarsi, per fortuna raramente, è che manchino alcuni optional richiesti. Per far fronte a tali incresciose situazioni, è buona norma inserire opportune clausole sul contratto d’acquisto. E’ utile, ad esempio, prevedere penali o auto sostitutiva in caso di ritardo eccessivo, o sconti nel caso che l’auto non sia esattamente quella richiesta, sempre che si è disposti ad accettarla.

Google+
© Riproduzione Riservata