• Google+
  • Commenta
22 marzo 2005

6 nazioni 2005: il trionfo del Galles

Ventisette anni dall’ultimo “Grande slam”, undici dall’ultima vittoria del Trofeo, diciotto che non batteva l’Irlanda in casa, e soltanto due anni fa Ventisette anni dall’ultimo “Grande slam”, undici dall’ultima vittoria del Trofeo, diciotto che non batteva l’Irlanda in casa, e soltanto due anni fa il cucchiaio di legno: ma ora è campione d’Europa! E’ il Galles dei miracoli, dal gioco frizzante che diverte e fa divertire, che realizza tanto e subisce poco, che placca, che corre, che aggredisce, che…vince! Un trionfo celebrato al Millennium Stadium di Cardiff battendo i favoriti irlandesi che nulla hanno potuto contro gli inferociti “dragoni”, e che ha permesso al Galles di conquistare, oltre allo storico trofeo, anche la “Triple Crown” e il “Grande slam”, ovvero i titoli per chi ha battuto le tre squadre britanniche, e per chi ha vinto tutti e quattro i match.
Partivano in vantaggio gli ospiti con un piazzato di O’Gara, ma il drop da 40 metri del funambolo Hanson pareggiava i conti, finchè poi il pilone Jenkins, con uno scatto da pura ala, si portava con i piedi l’ovale in meta. Hanson e S. Jones da un lato, e O’Gara dall’altro, si alternano realizzando i piazzati e portando a metà gara il punteggio sul 19-6. Al 58’ il tripudio generale è per la meta superba di Morgan, ma Horan placa un po’gli animi realizzando la prima meta irlandese dell’incontro. Altri due calci del cecchino S. Jones e una meta del “green” Murphy trasformata da Humpreys portano il punteggio a 10’ dal termine sul definitivo 32-20. gli ultimi 5 minuti, vedono gli 80mila di Cardiff tutti in piedi a cantare ininterrottamente finchè il fischio finale darà via ai meritatissimi festeggiamenti.
L’appuntamento che però ha aperto questo sabato ricco di rugby, è stato Italia-Francia. In un Flaminio per la terza volta consecutiva tutto esaurito, i “galletti” hanno steso gli azzurri con un secco 13-56. L’Italia passa in vantaggio con un piazzato di Peens, ma il calcio dell’infallibile Yachvili e le giocate dell’inarrestabile Dominici che serve i palloni necessari per le mete di Nyanga e di Jauzion, portano il punteggio al 20’ sul 3-17. A far rientrare l’Italia in partita, ci pensa 7 minuti dopo Robertson che intercettando un pallone dalla propria area dei 22, s’invola in meta spinto per 80 metri dal boato del Flaminio. Peens trasforma e siamo a –7, ma l’estremo Laharrague va facilmente in meta e la Francia incrementa il vantaggio proprio in chiusura di tempo. Nella ripresa, l’Italia è decisa a farsi sotto, e Peens realizza un piazzato, ma è con Picone che arriva l’opportunità del recupero definitivo: azione simile a quella della meta di Robertson, quindi intercetto e scatto che però stavolta si ferma sui 22 dei “coqs”, così come tutte le speranze di recupero dell’Italia. Da quel momento in poi, solo Francia con le ben quattro mete nei soli 10 minuti finali, e il simbolico cucchiaio di legno che viene aggiudicato per la terza volta in cinque anni all’Italia.
Nel terzo e ultimo incontro di questo avvincente “Sei nazioni”, Inghilterra e Scozia si sono giocati anche la “Calcutta Cup”, un trofeo da sempre conteso esclusivamente fra le due nazioni. Partono forte i padroni di casa con una meta trasformata, rispondono gli scozzesi con un piazzato di Paterson. Pochi minuti e altre due mete inglesi: 19-3 dopo 27’. Finisce il primo tempo sul 26-10 grazie a una meta trasformata per entrambi gli schieramenti. Altre due mete, ovvero una per parte, anche ad inizio ripresa, ma la Scozia insiste e velocizza il gioco, mentre i campioni del mondo in carica sembrano essere in difficoltà. A 14’ dal termine, siamo sul 38-22 con una meta non trasformata per parte, realizzare però prima dalla Scozia che sembrava farsi sotto pericolosamente.
Finisce 43-22 con l’Inghilterra che prende il largo nel finale senza poche difficoltà, ma grazie alle tre mete di Noon, onora un “Sei nazioni” quasi fallimentare con due sole vittorie.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy