• Google+
  • Commenta
26 agosto 2005

Crisi del pomodoro: confronto in atto

A fronte dello stato di crisi del pomodoro, nei giorni scorsi, l’Assessore provinciale all’Agricoltura Corrado Martinangelo, ha chiesto, in qualità diA fronte dello stato di crisi del pomodoro, nei giorni scorsi, l’Assessore provinciale all’Agricoltura Corrado Martinangelo, ha chiesto, in qualità di membro della Consulta Nazionale dell’Unione per l’agricoltura, che la Regione Campania e il Ministero delle Politiche Agricole assumessero iniziative mirate per trovare una soluzione.
“Segnalo, d’intesa con il coordinatore della Consulta Nazionale dell’Unione On. Luca Marcora, come atto positivo, le determinazioni assunte lo scorso 24 agosto presso la Regione Campania su indicazione dell’Assessore Regionale Andrea Cozzolino – afferma l’Assessore Martinangelo – ovvero l’elaborazione di una piattaforma, in accordo con i soggetti interessati dalla crisi, che preveda alcune misure di contrasto, quali il rispetto del contratto di conferimento, una grande campagna promozionale, il rafforzamento della filiera produttiva, e la possibile adozione di misure finanziarie per compensare i redditi delle aziende agricole in difficoltà”.
La piattaforma, presentata alla riunione convocata dal Ministro delle politiche Agricole Gianni Alemanno il 25 agosto scorso, ha trovato condivisione da parte del Ministero e delle altre Regioni del Mezzogiorno. Tant’è che è stato istituito un tavolo tecnico per proporre soluzioni legislative e/o amministrative.
Pertanto la Consulta Nazionale dell’Unione, sulla base delle proposte dell’Assessore Regionale Andrea Cozzolino, incalzerà il Ministero e il Governo nazionale, ad adottare una vera politica di sostegno al comparto del pomodoro, d’intesa con la Commissione Europea.
Attraverso i propri parlamentari d’opposizione l’Unione svolgerà una efficace azione perché si addivenga al più presto ad adottare le misure prima richiamate.
“Continuerò nell’opera di sostegno del comparto agroalimentare della nostra Provincia – ha concluso Corrado Martinangelo – affinché nel settore si possa portare più ricchezza e meno povertà”.

Google+
© Riproduzione Riservata