• Google+
  • Commenta
11 agosto 2005

Pir progetti integrati rurali integrati

La Provincia di Salerno vince la battaglia politica sui Pir (progetti integrati rurali) e conquista un altro grande successo sul fronte dell’agricoltuLa Provincia di Salerno vince la battaglia politica sui Pir (progetti integrati rurali) e conquista un altro grande successo sul fronte dell’agricoltura. Presenti all’assemblea generale di tutti i partenariati dei 6 pir del territorio salernitano, svoltasi questa mattina alle ore 10 presso il salone Bottiglieri, anche l’Onorevole Antonio Lubritto, il nuovo dirigente generale dott. Lo Tufo, il delegato dello Stapa.CEPICA dott. Landi.
L’Assessore all’Agricoltura Corrado Martinagelo ha ufficializzato le novità sui progetti integrati rurali e ha annunciato che le risorse messe a disposizione per i 6 ambiti pir di Salerno ammontano a 60 milioni di euro ed abbracciano circa 60 comuni. Cifre che fanno della provincia di Salerno, tra le cinque campane, quella più premiata dal punto di vista dei finanziamenti. Le domande per accedere ai fondi potranno essere presentate dal primo settembre al 31 ottobre 2005. I bandi, da domenica 7 agosto, sono già disponibili sul sito della Regione mentre saranno pubblicati sul Burc del 26 agosto.
“La Provincia svolgerà il compito di coordinamento, secondo quanto stabilito dal decreto di approvazione dei bandi – ha commentato l’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Salerno Corrado Martinangelo che ha ricordato – appena un anno fa in questa stessa sala si è svolta la prima riunione per la costituzione degli ambiti pir, incontro che coincideva anche con una delle prime uscite del presidente Angelo Villani. Oggi non posso che ringraziarlo per aver creduto in questo strumento di razionalizzazione della spesa del Feoga. Riconoscenza che va anche all’assessore regionale Andrea Cozzolino al quale va dato merito di aver spostato le risorse dal por industria sull’agricoltura”.
Ma la provincia di Salerno è anche l’unica in Campania ad aver deciso di
destinare l’80% delle risorse ai privati. Tutti elementi che fanno parte di una precisa strategia che vede in questo settore il vero motore dello sviluppo del territorio. “Dalle province devono partire le linee di indirizzo in base alle quali la Regione deve impostare la sua governance – ha aggiunto il presidente Villani – credo che con i pir si siano raggiunti risultati eccezionali e finalmente Salerno soffia il podio a Benevento, per anni riferimento nel settore”.
Pronta a partire dal 29 agosto anche una fitta campagna informativa sui progetti integrati rurali con la convinzione che saranno tanti i progetti presentati. Non mancherà una rete di servizi distribuita nelle aree interessate: “In ogni comune sarà attivato uno sportello informativo per rispondere alle domande degli imprenditori – ha aggiunto il dirigente dell’ufficio provinciale all’agricoltura Domenico Ranesi – la fase di programmazione è terminata e ora dobbiamo passare a quella operativa”.
Inoltre dal 1 settembre al 31 ottobre per i territori non compresi nei Pir, si aprono i bandi di aiuto alle imprese per la realizzazione di infrastrutture nel campo agricolo. Anche in questo caso la Provincia metterà in atto un’azione di marketing mirata alla diffusione della giusta informazione.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy