• Google+
  • Commenta
25 agosto 2005

The Mexican – Amore senza sicura

Titolo originale: The Mexican;
Nazione: U.S.A.;
Anno: 2001;
Genere: Azione/Commedia;
Regia: Titolo originale: The Mexican;
Nazione: U.S.A.;
Anno: 2001;
Genere: Azione/Commedia;
Regia: Gore Verbinski;
Sito ufficiale: themexican.cannery.com;
Cast: Brad Pitt, Julia Roberts, James Gandolfini, Gene Hackman;
Produzione: DreamWorks SKG, Newmarket Capital Group, Pistolero Productions L.L.C.;
Distribuzione: Uip;
Uscita prevista: 20 Aprile 2001 (cinema).

A voler analizzare il soggetto, non ci si capirebbe niente: Jerry Welbach (Brad Pitt), a causa della sua sbadatagine, tampona l’automobile di un malavitoso, che viene arrestato e, quindi, lo costringe a lavorare per lui finchè non fosse uscito per farsi ripagare. L’ultimo compito è quello di recuperare “The Mexican”. Non si tratta di un gangster messicano, né di una bellissima donna messicana, bensì di una pistola, la più bella pistola che sia mai esistita. Ovviamente come per tutti i pezzi unici e ricercatissimi, su questa grava un’antica maledizione che promette morte a qualunque indegno la dovesse utilizzare o anche solo possedere. Quest’ultimo impegno scatena l’ira della fidanzata di Jerry, Samantha (Julia Roberts), che vorrebbe che lui non andasse così da poter viaggiare insieme fino a Las Vegas per sposarsi. Gli eventi precipitano. Jerry arriva in Messico, ma il suo contatto muore in un incidente, Samantha viene presa in ostaggio da Leroy (James Gandolfini), un “persuasore” del boss, per assicurarsi che Jerry faccia il suo lavoro e Jerry perde la pistola! Poi la recupera con l’aiuto di Samantha, dopo aver scoperto che Leroy non è Leroy, e lo fa passando tra molte difficoltà, diverse delle quali evitabili. La pistola viene riconsegnata al suo legittimo proprietario e Jerry e Samantha, riappacificatisi, possono finalmente coronare il loro amore.
Il tutto è piuttosto surreale, nel plot, nei dialoghi, nei protagonisti e nelle situazioni. Molte delle scelte registiche di Gore Verbinsky ricordano il taglio di Guy Ritchie, con prospettive estremizzate e fotografia incentrata sui dettagli, mentre i dialoghi sono improntati più allo stereotipo di Tarantino, molto realistici e con vene filosofiche. Da Tarantino derivano anche i flashback che illustrano (nelle diverse versioni che man mano si avvicinano a quella definitiva) la storia della pistola e della maledizione che su di essa grava. Evidente, in questo senso, anche l’omaggio alla filmografia di Sergio Leone: color seppia dominante con primi piani stretti, anche se il tutto è condito da un certo umorismo. Musiche decisamente “Mex”, che metterebbero allegria a chiunque. La pellicola, che miscela azione e commedia, a dispetto del sottotitolo “amore senza sicura” che vorrebbe richiamare il genere sentimentale, ha la sua forza nei dialoghi e nella paradossale assurdità del tutto. Il personaggio di Jerry si avvicina a molti interpretati da Pitt (“The Sleepers”, “L’esercito delle 12 scimmie” ed altri ancora), quello di un tipo un po’ eccentrico, se non fuori di testa, che si ritrova a dover affrontare situazioni più grandi di lui. Il personaggio di Samantha, invece, non rispecchia i modelli classici della Roberts, che, da “Pretty woman” a “Erin Brockhovic” fino a “Ocean’s eleven”, si rispecchia in un modello di donna fragile ma con la testa sulle spalle, vogliosa (se non capace) di essere indipendente. In questo caso, invece, si ritrova a dover interpretare una svitata, sempre in preda a crisi di isterismo e a problemi affettivi, che non esita ad organizzare un festino con il suo rapitore omosessuale. Ovviamente il suo inconfondibile sorriso e la sua bravura coprono ogni pecca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy