• Google+
  • Commenta
28 agosto 2005

Verona-Avellino 0-0. Lupi: ottimo esordio

Non vince, ma convince. L’Avellino dei gregari si fa valere al”Bentegodi”.Nonostante le assenze pesanti, sei tra infortuni e squalifiche, i ragazzi deNon vince, ma convince. L’Avellino dei gregari si fa valere al”Bentegodi”.Nonostante le assenze pesanti, sei tra infortuni e squalifiche, i ragazzi del professor Oddo, senza timori affrontano un Verona voglioso di riconfermare quanto di buono fatto nella passata stagione.
Formazione tipo per gli scaligeri, che schierano un 4-3-3, con Pegolo tra i pali, linea difensiva con Gervasoni e Biasi centrali e Turati e Cassani sugli esterni. Centrocampo con Italiano in cabina di regia e Mazzola e Pulzetti interni, in attaco il trio Adailton –Sforzini-Iunco. L’Avellino risponde con l’ormai collaudato 4-3-2-1. Modulo invariato tatticamente rivoluzionato negli uomini. Nessuna novità tra i pali dove c’è il solito Cecere. Colpo di scena in difesa: non c’è capitan Puleo, a lui Oddo preferisce Criaco che con Masiello forma la coppia centrale del pacchetto arretrato, completato sulle fasce da Panarelli a sinistra e D’Andrea a destra. Linea mediana con Fusco, promosso capitano, mediano medotista, Riccio a destra e Allegretti a sinistra con licenza ad accentrarsi. Attacco atipico, senza una vera punta centrale: Millesi e Altobelli a sostegno di Rastelli. La gara: Avellino subito padrone del campo, sono i ragazzi di mister Oddo ad avere le redini del gioco in mano. Al minuto 19 la prima occasione pericolosa: Millesi con un doppio dribbling stile carioca si incunea in area, lascia partire un tiro che lambisce il palo alla sinistra dell’ormai battuto Pegolo. Il ritmo è alto, nonostante la preparazione ancora si faccia sentire nelle gambe dei ventidue in campo, ed ancora l’Avellino al 27’ a farsi pericolosa con un tiro del solito Millesi che da posizione impossibile sfiora la traversa. Due giri di lancette ed è ancora Avellino: questa volta è Altobelli che spedisce alto con un destro dai venticinque metri. Verona stordito dall’arrembante Avellino. Minuto 35 ci prova Riccio dalla distanza: niente da fare. Si sveglia il Verona: Sforzini su lancio lungo fa sponda per Adailton, il brasiliano colpisce al volo,ma trova Cecere piazzato che blocca il cuoio in due tempi. Prima del fischio finale della prima frazione c’è tempo per l’infotunio di Riccio, al suo posto Leone, e per uno scambio di reciproche scorrettezze tra Cecere e Sforzini. Inizia la ripresa ed è subito Avellino: Rastelli(37 primavere,ma non le dimostra) innesca Millesi sul filo del fuorigioco, l’attaccante forse si defila un po’ troppo, entra in area ma sul suo tiro trova pronto Pegolo che respinge. Cinque minuti più tardi sono i gialloblu a farsi minacciosi: su azione susseguente calcio d’angolo è ancora Sforzini a colpire di testa, la palla è comunque alta sulla traversa. Il Verona cresce, adesso sono gli scaligeri a fare la partita. Al minuto 59 sfiorano il vantaggio: il solito Sforzini di testa, tocca la palla quel tanto che basta per mettere fuorigioco Cecere, ci pensa il palo a salvare il portiere biancoverde. Avellino mai domo:al settantesimo Allegretti si accentra e con un lancio alla Pizarro imbecca Millesi, il numero undici va sul fondo mette al centro un pallone invitante per l’accorrente Rastelli che sbaglia la più facile delle occasioni. Nel finale è ancora l’Avellino a sfiorare il gol con Leone. La compagine irpina controlla la gara fino allo scadere, portando a casa un punto prezioso, anche se c’è il rammarico per le tante occasioni sprecate.
Antonello Plati

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy