• Google+
  • Commenta
6 settembre 2005

Grande soddisfazione per le prove d’ingresso ad Ingegneria

Grande soddisfazione alla Facoltà di Ingegneria per l’andamento delle prove di accesso ai Corsi di Studio, che hanno fatto registrare un i Grande soddisfazione alla Facoltà di Ingegneria per l’andamento delle prove di accesso ai Corsi di Studio, che hanno fatto registrare un incremento di quasi un terzo rispetto allo scorso anno (in totale ci sono stati 1161 partecipanti quest’anno a fronte degli 841 partecipanti dell’anno passato). Il prof. Paolo Villani, responsabile della Facoltà per l’orientamento e da quattro anni a capo dell’organizzazione delle prove, ha comunicato i dati dettagliati. «In particolare, alla prova di ammissione al corso di laurea in Ingegneria Edile-architettura, a numero programmato nazionale per 80 studenti, svoltosi oggi hanno partecipato 164 su 208 iscritti. Non sono possibili paragoni con lo scorso anno perché il corso è di nuova istituzione. Al Test di accesso per l’immatricolazione agli altri corsi di laurea della Facoltà, svolto giovedì 1 settembre, hanno partecipato invece 997 studenti, su 1081 iscritti, a fronte degli 841 partecipanti al test dello scorso anno. In questo caso, la valutazione delle prestazioni deve tenere conto del fatto che un buon numero di allievi hanno partecipato ad entrambi i test, per cui l’incremento netto rappresenta circa il 22%. Tra le note salienti, la composizione territoriale dei partecipanti, che vede quest’anno un certo incremento di persone provenienti dalla provincia di Napoli (circa il 14% del totale).

Il preside della Facoltà, Vito Cardone, ha dichiarato che «lo splendido risultato conseguito premia, ancora una volta, la serietà e il rigore che hanno contraddistinto la Facoltà di Ingegneria nell’attuazione della riforma degli studi e l’attivazione, per il prossimo anno accademico, dei nuovi corsi di laurea in Ingegneria Edile-architettura, Ingegneria Gestionale e Ingegneria Informatica, che colmano una grave lacuna dell’Ateneo salernitano.
La forte crescita, frutto di una razionalizzazione, diversificazione e potenziamento dell’offerta didattica della Facoltà, si verifica in tutte le classi di laurea, nessuna esclusa, come riconoscimento allo sforzo di definizione di profili professionali concreti e rispondenti alle esigenze del territorio di riferimento, piani di studio adeguati, costante verifica degli obiettivi prefissati, senza concessioni demagogiche nell’accesso ai corsi di laurea e di laurea specialistica.
Da quest’anno infatti – in attuazione della riforma universitaria e per garantire il rispetto dei requisiti minimi in termini di qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento – viene ulteriormente ampliata la possibilità di percorsi personalizzati, con particolari forme di tutorato e di assistenza, per gli studenti che non hanno mostrato una preparazione adeguata, per i quali l’impegno didattico verrà calibrato sulla loro preparazione effettiva.
Gli studenti che avranno debiti formativi, per i quali la legge impone di assegnare obblighi formativi aggiuntivi, potranno iscriversi ai corsi di un anno preparatorio, appositamente organizzato dalla Facoltà, che si concluderanno con prove di verifica; gli studenti che supereranno tutte le prove di verifica potranno immatricolarsi al corso di laurea nell’a.a. 2006-2007 e potranno vedere riconosciuta l’attività svolta per un massimo di 30 crediti formativi, secondo modalità che saranno definite nel Manifesto degli studi. Tali corsi potranno essere seguiti, a scelta, anche da coloro che si collocano nelle altri classi di merito con punteggio non alto al Test.
L’alta partecipazione al Test di accesso dimostra che gli studenti hanno compreso che l’iniziativa della Facoltà si configura come un aiuto concreto per gli aspiranti non adeguatamente preparati, ai quali viene proposto un percorso assistito che consente anche di svolgere un effettivo ed efficace orientamento in itinere, per tutti gli studenti coinvolti, con concrete possibilità di recupero in un tempo ragionevole. E che sono consapevoli che la pretesa di percorrere la strada ordinaria è solo un’illusione visto che, come i dati dimostrano, conduce all’abbandono degli studi di quasi tutti questi allievi nel corso del primo anno. I risultati conseguiti, in definitiva, spingono a proseguire con decisione sulla strada tracciata con il pieno coinvolgimento degli studenti; delle organizzazioni del mondo della produzione, dei servizi e delle professioni; in stretto rapporto con le scuole superiori per consolidare l’offerta didattica della Facoltà e puntare con sempre maggiore de-terminazione sulla qualità. L’auspicio è che ora tutti i partecipanti alle prove si iscrivano ai Corsi di Studio, come organizzati dalla Facoltà, e seguano con profitto i corsi di insegnamento».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy