• Google+
  • Commenta
20 settembre 2005

L’arbitro e Cuccureddu fermano il Napoli.

Si è giocato ieri il recupero della quarta giornata tra Napoli e Sassari Torres, rinviata di un giorno a causa dell’impraticabilità del San Paolo. FinSi è giocato ieri il recupero della quarta giornata tra Napoli e Sassari Torres, rinviata di un giorno a causa dell’impraticabilità del San Paolo. Finisce 0-0;i padroni di casa, penalizzati da un arbitraggio scandaloso, non riescono a superare la Torres che mette in pratica alla perfezione il calcio di Cuccureddu, fatto di non gioco e falli sistematici. Nel primo tempo il Napoli ha dominato, non ha concesso niente agli avversari e ha creato alcune palle gol, concretizzandone anche due, ma l’arbitro Velotto li ha annullati entrambi. Nella ripresa, la Torres schiera una linea difensiva fatta di otto uomini e per il Napoli diventa veramente difficile fare gol, inoltre Reja è responsabile di alcune scelte tattiche che hanno fatto storcere il naso ai trentamila del San Paolo.
Andiamo con ordine: al calcio d’inizio Reja da fiducia ai soliti undici, che ripagano comandando subito il gioco, la Torres risponde aggredendo i portatori di palla con le buone e soprattutto con le cattive, infatti dopo trentadue minuti sono già tre gli ammoniti per i sardi. Al 9° la prima occasione: colpo di testa di Pia alto sopra la traversa. Insistono gli azzurri, al 17° Calaiò, ingannato dal rimbalzo della palla, tira alto da posizione favorevole. Passano due minuti e il numero nove del Napoli, dopo avere controllato di petto un cross dalla trequarti, si libera di un difensore e batte il portiere in uscita, ma l’arbitro strozza l’urlo dei tifosi per un fallo di mano che ha visto solo lui. Velotto ancora protagonista al 32°: fallaccio da cartellino rosso di Morello che stende Pia disinteressandosi del pallone, l’arbitro si limita ad ammonire il giocatore sardo. Al 35° ci riprova Calaiò, questa volta trova il portiere a parare in due tempi il suo colpo di testa da posizione ravvicinata. Passa un minuto e Romito viene steso in area, calcio di rigore netto, non per l’arbitro, ovviamente. Al 45° Calaiò va di nuovo a segno, ma anche stavolta il gol è annullato per un presunto fuorigioco che solo l’arbitro e il suo assistente hanno visto. Finisce così il primo tempo, con il Napoli che ha tanto da recriminare.
Al momento del ritorno in campo, l’allenatore della Torres applaude ironicamente agli sfottò dei tifosi sugli spalti, scatenando l’ira della panchina azzurra: non è questo l’atteggiamento che un professionista deve adottare, con il suo comportamento Cuccureddu ha rischiato di provocare disordini pubblici. Il secondo tempo riprende come era finito il primo, con il Napoli che prova ad impostare e la Torres che spezza il gioco con continui falli, gli azzurri alla lunga perdono lucidità cadendo nelle provocazioni degli avversari: si è sfiorata più volte la rissa. Grande occasione per Bogliacino al 52°, su cross di Calaiò manca incredibilmente l’impatto col pallone. Al 57° Velotto si ricorda che non ha ancora penalizzato la Torres, non concede la norma del vantaggio fermando Marchini che era lanciato a rete. Al 60° Sosa prende il posto di Calaiò (tra i migliori in campo) e Grieco sostituisce Pia, Reja decide così di lasciare in campo un insignificante Bogliacino. Il Napoli cala e per poco non ne approfitta la Torres con Evacuo che si libera di tre avversari ma non riesce a battere Iezzo (65°). A cinque minuti dalla fine Sosa di testa sfiora il palo da una posizione davvero facile. Ultima emozione è l’espulsione di De Palma nei minuti di recupero, reo di aver colpito un avversario con una gomitata.
A fine partita Marino e De Laurentis sono seccati per l’arbitraggio decisamente sfavorevole, a loro si unisce Reja che però ha visto dei miglioramenti sul piano del gioco. Singolari le dichiarazioni di Cuccureddu che ritiene di aver assistito ad un arbitraggio impeccabile. Nonostante il Napoli non abbia vinto, resta in testa alla classifica senza avere ancora subito un gol, non è quindi tutto da buttare questo punto.

Le pagelle:
IEZZO 7: come domenica scorsa è decisivo nell’unica volta che viene chiamato in causa.
GRAVA 6,5: visto che gli avversari non avanzano dalle sue parti, decide di farlo lui facendo anche qualche cross interessante.
ROMITO 5,5: non particolarmente impegnato, impreciso in un paio di retropassaggi verso Iezzo, si fa superare con troppa facilità da Evacuo al 65°.
MALDONADO 6: gli avanti della Torres non sono mai arrivati dalle sue parti.
SAVINI 5,5: è apparso particolarmente nervoso, soffre le iniziative di Marchini.
MONTERVINO 6: nel primo tempo si evidenzia con alcuni sprint da applausi, cala a vista nella ripresa.
FONTANA 5: non è la sua giornata, soprattutto nel secondo tempo sbaglia troppi passaggi, se non gira lui non gira tutta la squadra.
CAPPARELLA 6: inizia bene, poi viene intrappolato anche lui nella ragnatela avversaria.
PIA 5,5 : è un po’ di partite che non brilla, non riesce mai a saltare l’avversario.
(Dal 60° GRIECO 5,5: all’esordio vuole strafare, ma la difesa sarda non gli fa vedere quasi mai il pallone.)
BOGLIACINO 4: non ci siamo proprio.
(Dal 87° DE PALMA S.V.: riesce a trovare il tempo di farsi espellere).
CALAIO’ 6,5: segna due gol, ne sfiora un altro, partecipa alla manovra, perché sostituirlo?
(Dal 60° SOSA 5 : sbaglia incredibilmente un gol che in altre occasioni avrebbe segnato ad occhi chiusi, prende una botta, gioca quasi tutto il tempo zoppicando.)

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy