• Google+
  • Commenta
26 settembre 2005

Pareggio deludente

Finisce 1-1 la trasferta del Napoli a Pistoia, secondo pareggio consecutivo per gli azzurri che hanno mostrato un’ inversione di tendenza sul piano deFinisce 1-1 la trasferta del Napoli a Pistoia, secondo pareggio consecutivo per gli azzurri che hanno mostrato un’ inversione di tendenza sul piano del gioco, manovra lenta e leziosa, incapacità di velocizzare l’azione, ne è conseguito un enorme possesso palla sicuramente sterile e a tratti irritante. Iezzo perde la propria imbattibilità e il Napoli il primato della classifica a vantaggio della Sangiovannese. Come annunciato, Reja modifica la formazione iniziale, Amodio prende il posto del connazionale Bogliacino e si va a piazzare al fianco di Fontana, mentre Montervino si sposta sulla fascia sinistra, la scelta si rivela infelice perchè Amodio sembra spaesato e lo stesso Reja torna sui suoi passi quando, ad inizio ripresa, lo sostituisce proprio con Bogliacino. La partita inizia con 15 minuti di ritardo perché l’arbitro voleva far rimuovere uno striscione offensivo nei confronti di una carica federale esposto dagli ultras napoletani (“Carraro infame”), striscione che è fedele compagno dei tifosi azzurri da più di un anno ormai. Sembrava che il Napoli fosse partito col piede giusto, quando nel giro di cinque minuti si rendeva pericoloso con Calaiò in un paio di occasioni, ma è solo una fiammata, la Pistoiese prende le contromisure e costringe il Napoli a fare esclusivamente possesso palla lontano dall’area avversaria. Così i padroni di casa iniziano a farsi coraggio e si avvicinano dalle parti di Iezzo con un tiro da fuori ad opera di Gennari (18°) parato in due tempi. Passano quattro minuti e Zizzari si infila tra Maldonado e Romito e batte il portiere in uscita, Pistoiese in vantaggio, esplode lo stadio. Gli azzurri sembrano avere accusato il colpo e non riescono a reagire: sbagliano i più facili dei passaggi e sembrano molto nervosi. Bisogna aspettare il 32° per pareggiare, il gol arriva in seguito ad un calcio di punizione battuto da Fontana che serve un pallone tagliato al centro che Pia spizzica di testa spiazzando il portiere. Al 38° la Pistoiese ha una grande occasione per portarsi in vantaggio: Alteri conclude fuori da buona posizione. Si conclude così il primo tempo con il Napoli che controlla il pallone e la Pistoiese che non rinuncia a pungere con ripartenze fulminanti. La ripresa comincia subito con un pericolo per i padroni di casa, Pia di testa manda di un soffio a lato. Passa un minuto e Martinetti (entrato al posto di Alteri) per poco non sorprende Iezzo con un calcio di punizione apparentemente innocuo. La gara va poi avanti su ritmi lenti, come nel primo tempo il Napoli mantiene sempre il possesso di palla ma non è mai pericoloso, allora Reja prova a mischiare le carte, al 69° getta nella mischia anche Grieco, al posto di Calaiò (5° sostituzione in 5 partite per lui), ma la sostanza non cambia. Da registrare un tentativo dalla distanza di Fontana al 73° e all’88° la grande opportunità per Grieco che spara alto da una buona posizione. Finisce 1-1, il Napoli non può essere per niente soddisfatto di questo risultato, a Pistoia bisognava vincere. Domenica prossima ci sarà il derby con la Juve Stabia e durante la settimana bisognerà trovare nuove soluzioni di gioco, la manovra macchinosa vista ieri, ma anche l’altra domenica, non porta da nessuna parte, ci vuole più praticità e meno fronzoli. Questa è la serie C.

Le pagelle:
IEZZO 6: non ha colpe sul gol, è sembrato indeciso al 18° su un tiro centrale ed ha rischiato la papera in apertura di ripresa.
GRAVA 5,5: non è concentrato, sembra nervoso e cerca spesso la rissa con gli avversari.
ROMITO 6: partita attenta.
MALDONADO 6: gravi responsabilità sul gol, si riprende e non commette più errori fino alla fine.
SAVINI 5: non riesce a sostenere la manovra offensiva, sbaglia anche gli appoggi più facili.
AMODIO 5: sicuramente non sarà soddisfatto del suo esordio dal primo minuto, sembra spaesato. Lontanissimo parente del giocatore apprezzato in precampionato.(Dal 46° BOGLIACINO 6: inizia a sinistra e gioca male. Viene spostato al centro e si esprime bene, è questa la sua posizione.)
FONTANA 5,5 : decisivo per il suo assist, è pericoloso sui calci piazzati, ma non guida più la squadra con la lucidità a cui ci aveva abituati, troppi passaggi sbagliati.
CAPPARELLA 5,5: si dà da fare, prova qualche azione palla al piede e delle conclusioni che si rivelano poco pericolose. Spostato a sinistra si spegne del tutto. (Dall’87° GIUBILATO S.V. : viene schierato in attacco per fare il Sosa).
PIA 6: trova il primo gol in campionato. Un passo in avanti rispetto a domenica scorsa: lotta su tutti i palloni ma trova ancora difficoltà a saltare l’uomo.
MONTERVINO 6: la solita generosità, non ci sta a pareggiare, in qualunque ruolo lo metti, lui corre sempre, dovrebbe essere sostenuto di più.
CALAIO’ 5,5: nei primi cinque minuti ha avuto sul destro due buone occasioni, ma lui è mancino e così perde l’attimo nel tentativo di portarsi il pallone sul sinistro. Tutta qui la sua partita. (Dal 69° GRIECO 5: ha avuto l’occasione per chiudere la partita, ma ha buttato il pallone alle stelle).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy