• Google+
  • Commenta
23 settembre 2005

Per evitare la tragedie serve una cultura della sicurezza

Ogni notizia relativa ad un Incidente sul Lavoro solleva un senso di angoscia e determina interrogativi circa le condizioni attraverso i quali il La
Ogni notizia relativa ad un Incidente sul Lavoro solleva un senso di angoscia e determina interrogativi circa le condizioni attraverso i quali il Lavoro debba imporre prezzi altissimi in termini di Qualità della Vita o, addirittura, in vite umane.
E’ una riflessione sempre presente nell’ambito sindacale ma che, alla luce dell’incedere inquietante di incidenti sui cantieri presenti nell’Ateneo di Salerno, non può che porsi in termini ancor più decisivi.
Ben oltre l’osservanza dei consueti standard di sicurezza, in linea con il rispetto delle procedure verificate ineccepibilmente dagli operatori dell’Ufficio Tecnico dell’Ateneo, si pone ormai (e con forza) il problema di una complessiva POLITICA DELLA SICUREZZA nell’ambito dei numerosi cantieri che segna lo sviluppo strutturale dell’Ateneo salernitano.
In questo contesto:
1) vanno ridefiniti i parametri relativi agli “standard qualitativi” delle Ditte chiamate ad operare nel Campus;
2) maggiore attenzione va posta sulla “Gestione dei Tempi” relativi all’esecuzione dei manufatti, impedendo ogni eventuale accelerazione che accentui stress operativi (eventuali prolungamenti degli orari di lavoro), aumenti i rischi connessi e riduca i livelli complessivi di sicurezza
3) Bisogna identificare dinamiche sistematiche di collaborazione e sinergia fra i RLS (Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza) dell’Università e quelli attivi nell’ambito delle imprese edili soprattutto sul versante delle esecuzioni manutentive.
Prendiamo atto dell’impegno dell’Amministrazione espresso finora su questo versante, riteniamo – però – che debba esprimersi uno sforzo ulteriore che mobiliti tutte le professionalità esistenti e richiami tutte le realtà presenti nell’Ateneo non solo ad una rigorosa osservanza delle norme di sicurezza, all’efficienza e all’efficacia delle funzioni ma ad una Cultura della Sicurezza più che mai necessaria in una fase che identifica l’Università di Salerno come uno dei principali “Cantieri” della Regione Campania.
Di fronte a questi fatti drammatici, infine, è necessario che il Sindacato mantenga una “guardia alta” anche al fine di evitare l’alimentarsi di un incomprensibile clima di sospetto e di sfiducia che avvelena una corretta dinamica di relazione fra tutte le parti interessate senza introdurre proposte volte alla risoluzione dei problemi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy