• Google+
  • Commenta
20 settembre 2005

Serie A: Del Piero illumina la Juve, Milan a -5.

La 3° giornata di campionato registra la fuga solitaria dei bianconeri, mentre il Milan si inchina alla Sampdoria di Novellino e vede la vetta allontaLa 3° giornata di campionato registra la fuga solitaria dei bianconeri, mentre il Milan si inchina alla Sampdoria di Novellino e vede la vetta allontanarsi; anche se siamo solo all’inizio si parla già di crisi. Restano ancora a secco di punti Treviso, Empoli e Reggina, che sembrano davvero squadre di categoria inferiore e se non si danno una mossa rischiano di fare un campionato davvero anonimo. La terza giornata è caratterizzata dalle prime polemiche arbitrali; sono quantomeno discutibili le direzioni di Trefoloni e Rocchi.
Capello decide di adottare un po’ di turn over e getta sin dall’inizio Del Piero nella mischia, il numero 10 non lo fa pentire: segna una doppietta preziosissima contro un Ascoli che si è dimostrato avversario ostico che costringe la Juventus ad una vittoria di misura (2-1). A due punti dalla Juventus troviamo quattro squadre: Fiorentina, Lazio, Livorno e Palermo. I viola si sbarazzano dell’Udinese con uno spettacolare 4-2 trascinati dal solito Toni, autore di una doppietta e di un assist, in una partita importante in chiave Champions League, i tifosi iniziano a sognare e vedono in lui il nuovo Batistuta. Di Canio risulta il migliore in campo nella vittoria della Lazio sul Treviso (3-1) confezionando due assist al bacio per Pandev e Rocchi; sembra proprio che Delio Rossi sappia usare il metro giusto nella gestione di questo campione che abbandona serenamente il campo al momento della sostituzione. 0-0 tra Livorno e Roma, i padroni di casa resistono agli attacchi dei giallorossi: hanno dimostrato grande agonismo, ma devono anche ringraziare l’ arbitro Trefoloni, che non vede un fallo in area di Vargas e ammonisce Totti invece di ammonire tutta la barriera del Livorno, che si ostinava a non rispettare la distanza in occasione di un calcio di punizione dal limite a dieci minuti dal termine. Palermo sulle ali dell’entusiasmo, vince 2-1 a Siena, risultato che va stretto ai rosanero che si sono dimostrati nettamente superiori sul piano del gioco, anche se alla fine sono proprio i senesi a recriminare: nei minuti finali l’arbitro Rocchi non vede un mani in area da parte di Corini. A Genova il Milan perde 2-1 contro una bella Sampdoria, ai rossoneri non basta il vantaggio di Gilardino( primo gol in campionato per lui), devono inchinarsi al cospetto del pragmatico 4-4-2 di Novellino, che ha reso innocuo Kakà e ha comandato il gioco sulle fasce. Ritrova il sorriso Mancini con la sua Inter, che batte il Lecce con un rotondo 3-0, unica nota negativa è il ritardo di forma di Adriano. Nelle altre partite va segnalato il pareggio (1-1) tra Cagliari e Messina: rossoblu che vengono allenati dal terzo allenatore diverso in tre giornate; siamo curiosi di vedere se il bravo Ballardini, l’anno scorso alla guida della Sambenedettese, saprà gestire uno spogliatoio frastornato da questi inediti cambi tecnici. Al Tardini, il Parma supera 1-0 l’Empoli grazie ad un gol di Corradi che regala la prima vittoria agli emiliani.I toscani restano così a 0 punti come la Reggina, sembrata veramente impotente in casa contro il Chievo, 3-1 il risultato finale.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy