• Google+
  • Commenta
29 settembre 2005

Università di Trento: “La famiglia senza frontiere”

Un’indagine giuridica, sociologica, filosofica e culturale per far luce sull’eterogeneità dei fattori che contraddistinguono le nuove realtà familiariUn’indagine giuridica, sociologica, filosofica e culturale per far luce sull’eterogeneità dei fattori che contraddistinguono le nuove realtà familiari nella società moderna. Il convegno “La famiglia senza frontiere”, organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza con il contributo del Centro per la riforma del diritto di famiglia e dell’Ordine degli avvocati di Trento, si terrà sabato 1 ottobre, con inizio alle 9, presso l’aula B della Facoltà di Giurisprudenza. Obiettivo principale dell’evento quello di indagare il mutevole e variegato panorama dei nuclei familiari in Italia, partendo dall’interrogativo di fondo “Quale diritto per la famiglia?”.
I saluti del rettore Davide Bassi e del direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche Luca Nogler daranno il via a una fitta giornata di appuntamenti: sono previsti gli interventi di una quindicina di avvocati, studiosi e docenti provenienti da tutta Italia, che interverranno in merito alla disciplina comunitaria del diritto di famiglia e al diritto internazionale. Ampio spazio sarà dato ai profili sociologici e filosofici riguardo al tema famiglia-identità e alla riflessione sulla crisi che sta vivendo la famiglia in relazione all’aumento delle separazioni e dei divorzi in Italia.
L’introduzione e la conclusione dei lavori saranno affidate ai due coordinatori scientifici dell’iniziativa: l’avvocato Anna Galizia Danovi, presidente del Centro per la Riforma del Diritto di Famiglia e il docente dell’Università di Trento Giovanni Pascuzzi, professore ordinario di Diritto Privato Comparato e prorettore per gli aspetti legati alle riforme normative e ai processi per la revisione dello Statuto.
Attorno al nucleo portante della nostra società ruota attualmente un microcosmo di istituzioni e organizzazioni che ne disciplina e ne condiziona l’assetto, ma che alimenta, al contempo, lo sviluppo di nuove tipologie aggregative e affettive. Le unioni di fatto e le unioni omosessuali, le famiglie con soggetti di nazionalità, religione e cultura diversi sono fattori che confermano il radicale mutamento, attraversato dalla società moderna, nella fisionomia dei rapporti e nelle relative dinamiche interne. Per affrontare la complessità del fenomeno sotto il profilo culturale e territoriale non sono sufficienti le indicazioni di tipo giuridico, che devono essere integrate dal pensiero sociologico e filosofico.
Nel XXI secolo la definizione di famiglia non può essere ancora associata all’immagine di un’istituzione immutabile, come gli schemi del passato ci avevano abituato a considerarla. Nell’era della globalizzazione dei mercati e delle relazioni umane e professionali si è assistito a una rivoluzione che ha investito il tessuto familiare di tutte le società moderne: una rete di culture, religioni e lingue diverse e l’evoluzione di nuovi stili di vita hanno contribuito al sorgere di una famiglia sempre più “allargata”, una famiglia, come suggerisce il titolo del convegno “senza frontiere”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy